Coppa America 2010-Sempre di bolina a velocità pazzesche

14 February 2010 - autore

Coppa America 2010 - BMW Oracle

Dopo la batosta subita da Alinghi nella prima regata, oggi mi sto guardando in streaming video la seconda regata. Alla prima gamba Alinghi è in vantaggio di circa 500 metri su BMW Oracle.
Questa Coppa America 2010 non mi sta entusiasmando. I catamarani hanno un po' snaturato questa competizione, secondo me.
Unica cosa interessante è osservare quanta ricerca, quanta tecnologia ci sia dietro a questi progetti. Sono davvero dei mostri tecnologici, ma questa è la Coppa America!
Questi multiscafi sono in grado di correre ad una velocità superiore fino a tre volte quella del vento.
Quando l'ho letto da qualche parte, qualche mese fa, non volevo crederci, ma ora sono davanti all'evidenza del fatti: con 6-7 nodi di reale raggiungono velocità intorno ai 17-18 nodi! More...


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Quale barca per il giro del mondo?

22 December 2009 - autore

In giro per il mondo a vela

Come qualcuno di voi ben sa, dopo la vendita di Lady Blues ora sono impegnato alla ricerca della nuova barca.

Sul mercato dell’usato in questo periodo si trovano molte buone occasioni, l’importante è avere le idee ben chiare su quello che si vuole.

Già, ma qual è la barca ideale per me? Già qualche mese fa vi avevo fatto capire che ho le idee molto confuse in merito, ricordate?

Inizialmente mi ero orientato verso una barca da crociera oceanica (pensate un po’!) perché pensavo: già che ci sono, perché non prendere una barca con la quale un giorno potrei fare anche il giro del mondo?

Dopo qualche giorno di affannosa ricerca di Najad e Hallberg Rassy (peraltro ho scelto proprio le barche più costose!) sono rinsavito, ed allora ho steso una lista dei requisiti fondamentali che la mia barca dovrà possedere. Ve la presento qui di seguito. In testa i requisiti più importanti More...


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Barcolana 2009 in tempo reale

9 October 2009 - autore

In occasione dell’edizione 2009 della Barcolana, la celeberrima “regata” che si tiene tutti gli anni a Trieste, sarò a bordo del Topkapi, un bellissimo Caipirinha, dei cantieri Gilardoni. Il blog dell’armatore lo potete leggere qui

Cercherò per quanto possibile di inviare foto e commenti a caldo direttamente dalla barca, durante lo svolgimento della regata.

Meteo-Barcolana-windfinder Per ora il meteo è ancora incerto. Sembra confermato infatti che ci sarà bora, ma i vari modelli metereologici non sono ancora tutti d’accordo sull’effettiva intensità del vento.

La maggior parte dei modelli riporta comunque venti tra 15 e 25 nodi, con picco di intensità massimo nel primo pomeriggio e caduta definitiva del vento verso le 16-17.

Qui a fianco l’elaborazione della carta venti di Windfinder, elaborata oggi, venerdì 9 ottobre, verso mezzogiorno. Cliccateci sopra per ingrandirla, così come per le altre foto che verranno inviate nel corso della regata.

Non vi resta che memorizzare il link e tornare a visitare la pagina di tanto in tanto.

Stay tuned! More...


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Vendo il mio Bavaria 32

1 October 2009 - autore

Gli interni

(Aggiornamento: Lady Blues è stata venduta il  20 novembre 2009)

Mi veniva da piangere quando ho firmato la procura a vendere con il broker. Però ormai è fatta: Lady Blues è ufficialmente in vendita, e costa meno di un camper!

Ma siccome il contratto col broker non è in esclusiva, se qualcuno è interessato si faccia avanti con una offerta. Dal momento che entrambi risparmieremmo le commissioni, il prezzo diventerebbe davvero conveniente.

In effetti non l’avrei mai messa in vendita a questo prezzo, se non mi fossi davvero deciso ad acquistarne un’altra.

Anche perché la barca è davvero bella. Gli interni sono proprio così come li vedete nella foto qui sopra: perfetti, tutto come nuovo! La foto qui sopra e tutte quelle degli interni e della coperta che potete vedere cliccando qui sono state scattate domenica 27/9/2009. Quelle in secco invece sono state fatte il primo agosto 2009, mentre facevo carena.

Alcuni video che ho caricato su Youtube sono elencati qui sotto:

More...


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Il porto di Bonifacio

11 August 2009 - autore

Lunedì 10 agosto 2009

Dopo una navigazione di 15 miglia senza vento da Erbaju, arriviamo a Bonifacio verso mezzogiorno. Il porto come sempre è pieno e per l'ormeggio vige la solita anarchia di sempre. Inutile chiamare la capitaneria sul canale 9, perché rispondono sempre che il porto è completo. Noi sappiamo che non è così, perché la carateristica del porto di Bonifacio è che non tengono il posto: se esci con la barca per fare un bagno perdi il diritto al posto, anche se avevi già pagato.

Ecco perchè trovare un posto in una giornata di bel tempo tutto sommato è abbastanza semplice, anche nella settimana più affollata dell'anno, cioè quella prima di ferragosto. (attenzione: il discorso cambia se c'è brutto tempo oppure un avviso di burrasca)

Ci precipitiamo nel primo posto libero che vediamo, senza chiedere il permesso a nessuno. Non è nostra abitudine comportarci in questo modo, ma ormai dopo tanti anni conosciamo la situazione: o fai così oppure non troverai mai posto.

Infatti dopo un po' chiediamo ad un ormeggiatore che ci dà il permesso e quindi possiamo tranquillamente andare a pagare in caapitaneria. Paghiamo 37 Euro, un bell'aumento rispetto ai 29 euro pagati l'anno scorso! I nostri amici, che hanno un 36 piedi, pagheranno circa 50 euro a notte.

Pochi minuti dopo vediamo entrare in porto anche Senza Parole. Gli diciamo troppo tardi che deve buttarsi nel primo posto libero, senza aspettare il permesso degli ormeggiatori. Alla fine sono costretti a dare ancora nel fiordo di Cala Catena, all'entrata del porto, senza acqua né elettricità.

Il ristorante Grill a Bonifacio La sera ristorantino nella città alta. Menù a prezzo fisso intorno ai 25 euro, più bevande. Niente di speciale, anzi, se devo dire la verità un posto da non consigliare. I nostri amici di Senza Parole ci diranno poi di essere stati al ristorante Grill, proprio sul porto, in fondo, dalla parte dove ormeggiano tutti i maxi yacht. Hanno mangiato meglio di noi pagando di meno: menù a base di pesce a 19 euro più bevande.

Martedì 11 agosto 2009

Dormire fino a tardi a Bonifacio è impresa quasi impossibile. Ed infatti le urla della gente e le onde provocate dai barconi che portano i turisti in gita sfrecciando a 10 nodi e forse più ci svegliano alle 8.

Poco dopo la colazione, vediamo che un posto si libera proprio di fianco a Gialideux. Casualmente proprio in quel momento vedo anche Senza Parole che ha lasciato l'ancoraggio a Cala Catena e sta entrando in porto alla ricerca di un posto. Corro a chiamarlo e gli indico il posto libero. Nonostante il pochissimo spazio disponibile, Francesco ormeggia il suo Oceanis 411 di poppa con una manovra da manuale, sfruttando al massimo la combinazione dell'effetto evolutivo dell'elica e del vento che faceva abbattere la pua. Bravo Francesco!

Il tempo di far colazione e già siamo spettatori di un numero da circo. Il protagonista è un grosso motoscafo italiano, di colore bordeaux, con i vetri neri e di dubbio gusto estetico. Uno di quei mostri che fanno 40-50 nodi e succhiano 1000 llitri di benzina all'ora. Il comandante è forse ubriaco, oppure si è messo ai comandi del bestione senza avere la minima idea di come utilizzare le due levette dei motori Smile Fatto sta che sembra impazzito. Si muove a destra e sinistra con manovre senza senso e cozza continuamente contro barche ormeggiate e contro la fiancata di una barca a vela che ha la sfortuna di percorrere il canale principale del porto proprio in quel momento, provocandogli un bel danno proprio a metà della fiancata sinistra. Continua a girare nei pressi del distributore di carburante ancora per qualche minuto, poi lentamente si dirige verso l'uscita del porto e facendo finta di nulla si dilegua, incurante di tutti i danni provocati. Semplicemente incredibile, ed inoltre una buona occasione per gettare discredito sul comportamento degli italiani.

Il veliero incagliato sulla banchina del distributore di benzina

Pensare che proprio il giorno prima avevo assistito ad un'altra manovra azzardata che aveva provocato dei danni: un bellissimo veliero di 40-50 metri aveva avuto la pretesa di far manovra davanti al distributore di benzina, con l'intento di girare la prua verso l'uscita del porto, ma non aveva fatto bene i conti con la sua lunghezza. Fatto sta che ha sbattuto la struttura di acciaio che controventa il bompresso contro la banchina di cemento del distributore stesso, rischiando di danneggiare anche le pompe di benzina (foto sopra). Nell'urto, la barca si è alzata di 20-30 cm, rimanendo "sospesa" sulla banchina e solo dopo vari tentativi il comandante è riuscito a disincagliarla mettendo motori indietro tutta. (Nota: dopo una ricerca in internet, ho scoperto che si tratta dell'Hetairos: un veliero di 43 metri che sembra sia la più grande imbarcazione costruita interamente in mogano. Per curiosità date un'occhiata agli interni...)

In serata l'equipaggio di Senza Parole ci invita a bordo per un aperitivo. Approfondiamo così la conoscenza di Francesco, Maria, Camilla e i fantastici quattro gatti. Un'altra piacevole amicizia nata grazie ad internet. Smile

Aperitivo a bordo di Senza Parole


Currently rated 4.0/5  (1 votanti)

  • Currently 4/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La spiaggia di Erbaju

10 August 2009 - autore

Sabato 8 agosto 2009

La spiaggia di Erbaju in Corsica

Lasciamo l'ancoraggio di Porto Pollo verso le 10.30. Una bella brezza da ovest ci consente di fare 6 nodi a vela con randa e fiocchetto. Una bella bolina a cira 45-50 gradi dal vento. Il mare è calmo, appena appena increspato. Cosa desiderare di più? Smile

Arrivati all'altezza di Campomoro, l'estremità sud del golfo di Propriano, dobbiamo poggiare ed apriam quindi il gennaker. Poco dopo il vento gira a nord-ovest ed ora siamo di poppa piena. Metto randa e gennaker a farfalla e con una cima attaccata da un lato al boma e dall'altro ad un candeliere realizzo una rudimentale, ma efficacissima ritenuta del boma. In questo modo la condotta della barca in questa andatura è molto più semplice e rilassante, tanto che ad un certo punto lascio il compito al pilota automatico.

Il vento è leggermente rinforzato, ora l'apparente raggiunge i 12-15 nodi, che sommati alla nostra velocità di 6.5 nodi ci danno un bel 20 nodi di reale, ovvero Forza 5.

Arriviamo alla spiaggia di Erbaju, poco più a nord di Roccapina, come dei missili. L'ultimo mezzo miglio, dopo aver arrotolato il gennaker, facciamo 5 nodi con sola randa.

La parte nord della spiaggia è la più riparata dal vento da W e dall'onda viva. Peccato che il poco spazio sia già tutto occupato da altre barche alla ruota. Ci ancoriamo quindi nella parte adiacente, un po' più esposta all'onda. Siamo proprio vicini alla spiaggia: nn più di 20 metri dalla riva. Metto una seconda ancora a poppa per dare la prua al mare ed evitare il rollio così fastidioso la  notte.

La giornata scorre tranquilla, con bagni nell'acqua indescrivibilmente bella e tiepida. La sera, dopo cena, invitiamo gli altri due equipaggi su Lady Blues per mangiare il dolce.


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Giornata di relax ad Erbaju

9 August 2009 - autore

Domenica 9 agosto 2009

Lady blues ancorata davanti alla spiaggia di Erbaju

La giornata scorre tranquilla ed oziosa. Il tempo è sempre splendido, con meravigliose giornate di sole e brezza e notti calmissime, con il mare liscio come l'olio. Sembra quasi strano che davanti a noi ci sia solo mare per centinaia di miglia... fino alle Baleari, o alle coste spagnole.

Ci contatta Francesco, di Senza Parole. Gli diamo la nostra posizione e ci raggiunge nel tardo pomeriggio, col suuo simpaticissimo equipaggio ed i suoi fantastici gatti!

La sera ci ritroviamo in spiaggia, tutti intorno alla luce della nostra lampada a petrolio a chiacchierare e... bere rhum Wink 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Giornata a Porto Pollo con grigliata in spiaggia

7 August 2009 - autore

Venerdì 7 agosto 2009

Da ieri siamo all'ancora davaanti alla spiaggia di Porto Pollo. Il tempo è ottimo: brezza durante il giorno e la notte calma piatta. Si dorme benissimo, fermi come in porto.

Il pannello solare sta dando il meglio di sé e ci fornisce quotidianamente 40 Ah di energia elettrica, mantenendo sempre la batteria al 100%, nonostante il frigorifero sia continuamente in funzione per rinfrescare i litri di vinello che ci tracanniamo Smile

Siamo sempre in compagnia delle altre due barche. Stiamo organizzando per questa sera una grigliata in spiaggia. Di carne, ahimè, perchè di pesce quest'anno non ne stiamo  proprio pescando (fino ad ora).

Un filo di invidia mi ha colto ieri quando Capitan Simon, a bordo di Moby Dick, mi ha inviato un SMS dicendomi che aveva appena pescato due bei saraghi per la cena. Beati loro!

Noi invece ci siamo consolati ieri sera al ristorante del campeggio, ordinando un bel trancio di tonno alla griglia. Davvero ottimo e cotto alla perfezione.

L'idea sarebbe quella di lasciare questo posto domani in mattinata e dirigerci verso la baia di Roccapina. Probabilmente faremo anche una sosta alla spiaggia di Erbaju, che ci ricordiamo molto bella e, soprattutto, deserta.

Le tappe geo-localizzate sono naturalmente su Youposition.it. Clicca qui


Currently rated 4.0/5  (1 votanti)

  • Currently 4/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Arrivo a Porto Pollo

6 August 2009 - autore

Giovedì 6 agosto 2009

Ci svegliamo alle 9.30 con calma. Bagno, colazione e relax. Alle 11.45 salpiamo per Porto Pollo. La brezza al lasco ci spinge a 5 nodi.

Arriviamo a Porto Pollo verso le 15.45 e ancoriamo a 50 metri dalla spiaggia, in 3-4 metri di acqua. Il fondo di sabbia bianca colora il mare di un turchese intenso.

Alamak è già arrivata: ieri hanno fatto sosta per la notte a Sagone e questa mattina sono partiti alle 7


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Verso le Isole Sanguinarie

5 August 2009 - autore

Mercoledì 5 agosto 2009 - ore 23.00

Questa mattina abbiamo lasciato Calvi alle 6.30 diretti a sud.

Calma piatta e quindi navigazione a motore. Con noi sempre Gialideux ed Alamak. Moby Dick invece salperà più tardi in quanto deve fare gasolio in porto e comunque vogliono fare tappa alla Girolata e prendersela più comoda. Senza Parole invece si fermerà ancora un giorno a Calvi.

Arriviamo all'Ansa di Palo verso le 11.30 e ci fermiamo a fare il bagno e a farci una bella spaghettata. Verso le 15 ripartiamo verso Porto Pollo. L'equipaggio di Alamak non ha voglia di farsi ancora 6-7 ore di navigazione e quindi ci diamo appuntamento per i giorno dopo a Porto Pollo.

Approfittiamo di una brezzolina di 8-9 nodi al traverso per aprire il nostro gennaker nuovo. Procediamo così a 5 nodi verso sud.

Ma dopo cira tre ore il vento cala e ci costringe a riaccenere il motore. Decidiamo quindi di far sosta per la notte alle isole Sanguinarie.

L'isola di Gran Sanguinaria lato sud Saggia decisione, visto che il posto è davvero incantevole. Passiamo la serata a bordo di Gialideux, dove Monica ha preparato una eccellente pasta con capperi ed olive. Si finisce poi in pozzetto a sorseggiare rhum ambrato di Martinica, sotto una luna piena che illumina come se fosse un sole, rendendo superfluo l'uso delle lampade.


Currently rated 5.0/5  (1 votanti)

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Calvi alle boe

4 August 2009 - autore

Martedì 4 agosto 2009 - ore 12.00

Siamo sempre alle boe di Calvi. Abbiamo passato una notte tremenda a causa del rollio che ci ha praticamente impedito di dormire. Ma anche questo fa parte del gioco, no? Viva la vacanza in barca a vela!

Il vento è calato, ma per oggi stiamo ancora qui, perchè sulla costa ovest c'è ancora un'onda molto forte. Credo che partiremo domani mattina.


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Da Baie Des Anges a Calvi

2 August 2009 - autore

Domenica 2 agosto 2009 - ore 21.00

Siamo appena atterrati a Calvi, dopo una smotorata di quasi 17 ore dal nostro porto di Baie Des Anges.

Non mi era mai capitato di fare una traversata così: tutta, ma proprio tutta a motore, senza nemmeno l'aiuto di un po' di vento. Sedici ore di motore a 2.400 giri. Una media di 6 nodi di velocità per un consumo totale di circa 30 litri di gasolio. Beh, il nostro Volvo MD-2020 è discretamente parco nei consumi: solo 2 litri/ora.

La traversata è stata molto noiosa. Solo qualche avvistamento di delfini (pochi) e di un branco di tonni che divoravano con voracità delle povere sardine. Nonostante le due lenze alla traina, di pesce non abbiamo visto neanche l'ombra.

Ora siamo alle boe davanti al porto di Calvi. 20 euro a notte per un 10 metri, senza nessun servizio. Neanche il ritiro della spazzatura. Quest'anno, anzi, si sono preoccupati di consegnarci un foglietto dove c'era scritto che le installazioni delle boe erano garantite fino a vento forza  5. Come dire che oltre 20 nodi di vento non rispondono se il corpo morto non tiene. Semplicemente incredibile!

Ci fermeremo qui un paio di giorni, perchè per domani è previsto un colpo di Libecciu fino a forza 8


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Telecom Italia di Soldini per ora prima alla Les Sable d'Olonne-Horta

7 July 2009 - autore

Telecom Italia di Giovanni Soldini

 

Giovanni Soldini e Karine Fauconnier sono in testa sul loro Class 40 Telecom Italia a poche ore dalla partenza della regata in doppio da Les Sable d'Olonne (Francia) alle Azzorre. La scelta taattica vincente è raccontata dallo stesso Soldini al telefono, come riportato sul suo sito ufficiale: “Dato che il vento non era stabile in una direzione, abbiamo continuato a virare sugli scarsi, Abbiamo deciso anche di andare più a nord possibile perchè lì c’è una depressione e quindi a sud il vento calerà prima".

La situazione e le posizioni della flotta quasi in tempo reale si possono seguire sul sito ufficiale della regata.


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Video di una bella bolina

30 June 2009 - autore

Vi propongo questo video preso da Youtube.

Questa bellissima barca dovrebbe essere Veronique, disegno di A.R. Luke del 1907.

Secondo chi se ne intende davvero, una delle barche più belle del Mediterraneo.

Il passaggio sull’onda è a dir poco esaltante!

Buona visione

 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Crociera Olbia-Tunisia-Favignana su un Alpa 42: Diario di bordo

26 April 2009 - autore

Pubblico con piacere il diario di bordo della crociera dell’amico Mauro.

 Mauro, il capitano del Vieux Malin

Diario del Capitano del Vieux Malin, Mauro Benjamin Mistretta

Viaggio di collaudo del Vieux Malin dopo i grandi lavori in cantiere.

Olbia, 04 agosto 2008

Giornata tipicamente estiva, con regimi di brezza. A bordo con me ci sono Alessandro e Chiara, giunti da Roma ieri sera. Siamo in porto ed abbiamo completato i preparativi per la partenza.

Salpiamo alle 11.00 am e in un'ora e mezza siamo alla prima meda di uscita da Capo Ceraso. Di fronte, Tavolara. Una folla di barche ci interseca la rotta e diversi motoscafi sfrecciano a folle velocità anche troppo vicini a noi. Son soliti fare così, e li disprezzo.

In navigazione Costeggiamo la Sardegna orientale in questa giornata di sole e scarso vento, il motore è regolare ma devo fare una sosta a La Caletta per rifornimento di gasolio.

Arriviamo nell'accogliente porto de La Caletta alle 15.30 pm, ormeggiando all'inglese lungo un molo vicino al distributore. Pare chiuso, dovrebbe essere aperto. Mezz'ora dopo appare l'omino. Davanti a noi ci sono altre 3 barche che devono rifornire. Il pieno costerà euro 332,82 ed è leggermente più caro del solito.

Disormeggiamo subito dopo impostando la rotta diretta per Cartagine, sono 210 miglia nautiche da percorrere!  More...


Currently rated 5.0/5  (2 votanti)

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Tempesta alla BT Global Challenge del 2000

23 March 2009 - autore

Vi propongo questo video di youtube nel quale sono stati montati alcune immagini spettacolari di navigazione nel mare in tempesta, tratti dalla regata intorno al mondo “BT Global Challenge” del 2000.

Solo a vederlo mi sento una scarica di adrenalina nel sangue!

Grazie all’amico Stefano per la segnalazione. Buona visione.

 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Samantha Davies alla Vendée Globe

3 February 2009 - autore
Samantha Davies

Alla mia skipper preferita Samantha Davies mancano circa mille miglia (1800 chilometri) al traguardo di questa edizione della Vendée Globe.

La famosa regata - giro del mondo in solitario e senza scali è già stata vinta dal francese Michel Desjoyeaux a tempo di record.

L'obiettivo della nostra Sam Davies è di battere il suo precedente record in solitaria, che è di 87 giorni, 10 ore, 47 minuti e 55 secondi (!!!), ma sarà impossibile, visto che la regata è già all'ottantaseiesimo giorno e mancano ancora 1000 miglia!

Ricordatevi di visitare il sito di Sam Davies, dove potrete trovare tutte le notizie in tempo reale, molte foto e filmati.

Sul sito ufficiale della Vendée Globe potete anche vedere un filmato in cui spiega come si lava i capelli e si protegge la pelle dal sole (in francese)


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Sedicenne fa il giro del mondo in solitario

12 January 2009 - autore

Zac Zac Sunderland è un ragazzo californiano che aveva appena 16 anni quando, il 14 giugno 2008, è partito da Marina del Rey, in California, per un'avventura a dir poco affascinante: il suo obiettivo è quello di entrare nel guinnes dei primati come il più giovane skipper ad effettuare il giro del mondo in barca a vela in solitario.

Sarebbe già sufficiente questo ma, come se non bastasse, Zac sta compiendo ques'impresa con la sua barca Intrepid, un Islander in vetroresina del 1972, di appena 36 piedi, con poche modifiche effettuate al progetto base.

Ieri Zac ha lasciato Durban, sulla costa sud-orientale dell'Africa, diretto verso Città del Capo. Da qui risalirà l'Oceano Atlantico e lo attraverserà fino alle coste del Brasile. Quindi passerà nel Pacifico attraverso il Canale di Panama e quindi rientrerà alla base, in California

posizione di zac

Potete scaricare qui il file KMZ (visibile in Google Earth) delle posizioni passate e future (previste) del nostro navigatore solitario.

 

Qui a fianco un'immagine di Intrepid, la barca di soli 36 piedi con la quale Zac sta effettuando il giro del mondo in solitario.

Zac naturalmente ha anche un blog e un canale su youtube.

Il suo sito principale si trova invece qui

 

Qui sotto potete invece guardare il video in cui Zac stesso presenta la sua impresa

 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Mi sono innamorato di Samantha Davis

8 January 2009 - autore

Guardate in questo video come balla la nostra Sam Davis. Probabilmente dev'essere un modo come un altro per fare un po' di ginnastica e tenersi in forma, ma comunque a me questa ragazza è davvero simpatica. Che ne dite?

Vi piacerebbe avere una compagna così in barca con voi???

Forse però sarebbe un po' troppo "impegnativa", no? Provate a dirle di prendere una mano perchè ci sono già venti nodi di vento: chissà cosa direbbe...

By the way... la signora è quinta in classifica, per ora!!!



Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

VM Matériaux perde il bulbo

7 January 2009 - autore
VM Matériaux rovesciata

Un'immagine che un velista non vorrebbe mai vedere, figuriamoci se succede a 200 miglia a sudovest di Cap Horn. Purtroppo è successo ieri a Jean Le Cam, che per fortuna ora è stato soccorso e sta bene.

La chiglia e i timoni sono lì, le vele e l'albero sono li sotto, ma incredibilmente si può notare come manchi il bulbo! Chissà cosa è successo.

Certo che i materiali in quelle condizioni sono soggetti a sollecitazioni e ad affaticamenti molto superiori alla norma, ma insomma, perdere il bulbo... è davvero grave, no?


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Video: Attraversamento delle Bocche di Bonifacio a vela

6 January 2009 - autore

Durante questi giorni di festa, a causa dell'influenza ho avuto moltissimo tempo libero (mio malgrado).

Ne ho quindi approfittato per guardarmi alcuni spezzoni di video che avevo girato l'estate scorsa e che non avevo ancora avuto modo di visionare.

Ho pubblicato su YouTube alcune scene, giusto per rinfrescarmi i ricordi di quei momenti fantastici e le sensazioni di libertà che la vela riesce a darmi.

Quando navigo sulla mia barchettina sono davvero felice!

Vi propongo un video di una navigazione fantastica, da cala Rondinara, in Corsica, a Cala Gavetta, sull'isola della Maddalena, in Sardegna.

Siamo partiti la mattina presto, dopo un paio di giorni di stop forzato in rada a Rondinara a causa del solito libeccio forza 8.

Abbiamo percorso il tragitto ad una media di 7.5 nodi, il che è quasi un record per una barca da crociera di 10 metri.

Vi ricordo che potete guardare le nostre posizioni (quelle dal 14 al 17 agosto) e leggere il nostro diario di bordo di quella tappa.

Buona visione!

 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Vendée Globe: Jean Le Cam scuffia!

6 January 2009 - autore

Questa notte (ora italiana) lo skipper Jean Le Cam, su VM Matériaux ha scuffiato a circa 200 miglia ad ovest di Capo Horn.

All'1.26 della notte scorsa aveva comunicato problemi a bordo, poi la comunicazione si è interrotta bruscamente, probabilmente a causa del ribaltamento dell'imbarcazione.

E' stato subito avvertito il servizio internazionale di sicurezza in mare (MRCC). Vincent Riou (su PRB) e Armel Le Cléach (su Brit Air) sono stati immediatamente dirottati sul luogo del ribaltamento, dove dovrebbero arrivare verso le 16 ora italiana.

Sul luogo anche una petroliera, che ora si mantiene a 400-500 metri di distanza dall'imbarcazione, ma non può intervenire a causa del mare grosso. L'equipaggio si mantiene in contatto visivo ed ha comunicato che lo scafo appare rovesciato di 180 gradi.

Le condizioni meteo in questo momento vedono un vento da sud-ovest di 25-30 nodi con raffiche a 40 ed onde di 4-5 metri. Per la prossima notte è prevista un'intensificazione dello stato del mare, con onde fino a 5-6 metri. Nessun miglioramento è previsto fino a mercoledì

 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Vendée Globe: appuntamento a Cape Horn

3 January 2009 - autore
Le posizioni della Vendée Globe

Ora i giochi si fanno interessanti......

  • Foncia è sempre davanti ma Veolia si sta avvicinando (- 56 miglia)
  • E' in costruzione una tempesta con 60 nodi di vento e onde di 9 metri tra loro e Cap Horn
  • Veolia, dopo aver marcato stretto Foncia, ora si è spostato parecchio mettendo tra se e l'avversario almeno 300 miglia di distanza laterale

Chi avrà avuto ragione? Appuntamento a Capo Horn.

Poi il bello sarà la risalita, quasi tutta di bolina! Guarda le posizioni dei partecipanti in tempo reale


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Vendée Globe: Samantha Davis naviga in antartico in canotta

1 January 2009 - autore

Guardate il video di oggi della Samantona cliccando qui

In canotta nell'antartico che lamenta un vento di "soli" venti nodi e spera che riprenda a soffiare altrimenti quelli avanti si allungano troppo.... 

E' come se fosse una nostra uscitina domenicale con un brezzolino.... mentre la scia lascia intendere che viaggia ad almeno una dozzina di nodi!

P.S.

Guardate la consistenza delle sue spalle: secondo me è in grado di arrampicarsi in cima all'albero a braccia Smile)  Comunque fortissima e coraggiosa.

Quello davanti è un mostro: va avanti a manetta  a colpi di oltre 400 miglia al giorno. Pensate che alla partenza è rimasto bloccato 40 ore per un problema e se li è rimangiati tutti!!!!

Ho sentito un suo collegamento radio dove a un certo punto ha chiesto di interrompere il collegamento per uscire a mettere il Gennaker perché il vento era sceso sotto i 35 nodi....


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Vendée Globe: Verso Capo Horn

30 December 2008 - autore

Mentre noi ci ingozziamo di Zampone e lenticchie comodamente infossati nei divani di casa, questi pazzi scatenati (che invidio profondamente) volano sulle onde di 8 metri a 18 nodi di media ed i primi sono già a due terzi del Pacifico, in avvicinamento a Capo Horn, al ritmo di oltre 400 miglia al giorno.....

La Samantona Davies, nel suo Roxy con i pupazzetti appesi ovunque si tiene il settimo posto mentre quasi metà della flotta ha dato forfait per rotture varie.

Assolutamente da seguere la risalita dell'Atlantico, dove si faranno i giochi perché sarà tutta in bolina...

Ricordatevi di seguire gli spettacolari video della regata

 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)