Come funziona il regolatore di carica MPPT - Video

29 August 2013 - autore

Alcune persone, vedendo un precedente video di un test di pannelli solari, mi hanno scritto chiedendo se i regolatori di tensione con tecnologia MPPT fossero davvero migliori di quelli “normali” (PWM), visto che il loro prezzo è abbastanza alto (oltre i 100 euro).

Sfidando la voglia di far niente che mi ha assalito questa estate, sono riuscito a fare un piccolo video che mostra il funzionamento di uno di questi regolatori, il Western CO WRM15.

Spero che risulti chiaro. Buona visione


Currently rated 4.6/5  (5 votanti)

  • Currently 4.6/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Baia di Rondinara: Le boe limitano la zona per l'ancoraggio

12 August 2013 - autore

Boe a Rondinara

Da quest’anno (estate 2013) nella bellissima rada della Rondinara, in Corsica, sarà praticamente impossibile ancorarsi. Hanno infatti posizionato delle boe che limitano drasticamente la superficie dove le barche possono ancorarsi.

Il drastico provvedimento è stato preso, così dicono, per preservare la poseidonia.

Proprio oggi sono entrato in rada per verificarre la situazione: alle ore 14 lo spazio disponibile era già più chhe saturo, e non mi è stato possibile calare l’ancora.

Nella mappa qui sopra (scusate la qualità, ma l’ho fotografata da un volantino che mi hanno dato all’entrata della baia) potete constatare voi stessi quanto la superficie in cui l’ancoraggio è consentito è stata ridotta. Cliccate sopra la mappa per ingrandirla

Anche poche miglia più a sud, all’Isola Piana, è successa la stessa cosa.


Currently rated 4.0/5  (3 votanti)

  • Currently 4/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Traversata Costa Azzurra - Corsica

1 August 2013 - autore

31 luglio 2013 - Ore 04:10

Partiti! Rotta 130 gradi. Sono felice e irrequieto come un bambino: dopo molti anni di traversate Costa Azzurra-Corsica non ho ancora perso l’entusiasmo della prima volta.

Usciamo dal porto, issiamo le vele e ci mettiamo in rotta. Dopo un’ora e mezza l’orizzonte a est è già tinto di rosa e… incredibile! Davanti a noi si scorgono già i monti della Corsica. E’ la prima volta che mi capita. Praticamente una navigazione a vista su un tratto di mare aperto di oltre 100 migllia.

Dopo le prime ore con un vento di intensità variabile tra 5 e 10 nodi, che ci costringe ad accendere il motore a tratti per non abbassare troppo la media, verso le 10 si stabilizza un Nordest intorno agli 8-10 nodi. Per noi è una manna dal cielo poiché l’apparente di 10-12 nodi a 60 gradi ci spinge per ore verso la meta a velocità tra i 6.5 e gli 8 nodi, aiutati anche, a dire il vero, da una corrente a favore di circa mezzo nodo. Cosa rara ma sempre molto apprezzata dal velista! Smile

Dopo un inverno di fiocco autovirante, ieri ho riarmato di nuovo il genoa 140%, fresco di veleria dopo la sostituzione della banda anti-UV. Non mi ricordavo quanto entusiasmanti fossero le prestazioni di Aonami con questa vela. A questa andatura e con questo vento la sua velocità è di almeno 1.5 nodi maggiore rispetto all’autovirante More...


Currently rated 5.0/5  (2 votanti)

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Fiocco Autovirante

5 June 2013 - autore
Carrello del fiocco autovirante

Il fiocco autovirante di Aonami non mi è mai piaciuto particolarmente.

Sia chiaro, la comodità durante le virate e le strambate è fuori di dubbio, ed infatti l’apprezzo soprattutto durante le navigazioni con equipaggio che prende il sole.

E’ una vela stretta e lunga, con la bugna molto bassa, tagliata apposta così per non penalizzare troppo la superficie. Se oltre a questo si aggiunge il fatto che il punto di scotta è fisso e non può essere spostato in avanti, si intuisce che questa è una vela con un range di utilizzo abbastanza stretto: dalla bolina strettissima fino alla bolina larga. More...


Currently rated 4.2/5  (5 votanti)

  • Currently 4.2/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Pulizia del teak - Prodotti a confronto

1 May 2013 - autore

Pulizia Teak

La pulizia del pozzetto o della coperta in teak della barca è un'operazione lunga e faticosa, tuttavia è indispensabile effettuarla almeno una volta all'anno non solo per un fatto estetico, ma anche per garantire una vita più lunga al preziosissimo legno.

La manutenzione della coperta in teak è composta sostanzialmente da tre fasi:

More...

Currently rated 4.4/5  (5 votanti)

  • Currently 4.4/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Installare un filtro a carboni attivi per l'acqua

21 March 2013 - autore

Filtro a carboni attivi

A bordo di Aonami è stato realizzato un impianto per l’acqua corrente che, passando per un riduttore di pressione, distribuisce l’acqua della colonnina direttamente nell’impianto a valle della pompa autoclave, in modo da fornire acqua fresca a volontà quando si staziona in porto. Una vera comodità che consiglio a tutti, anche perché è semplicissima da realizzare e poco costosa.

Ma l’acqua della banchina di molti porti, diciamo la verità, non è certo delle migliori.

Se va bene sa di cloro, ma in molti casi ha anche altri sapori non molto gradevoli. Oltre a contenere spesso dei residui granulosi (sabbietta e tracce di ruggine) che forse non faranno male alla salute, ma di certo contribuiscono ad ostruire rubinetti e miscelatori.

Qualche mese fa, stanco di esser costretto ad utilizzare l’acqua minerale anche per fare il caffè o il the, ho deciso di installare un filtro a carboni attivi sul circuito idraulico. More...


Currently rated 5.0/5  (1 votanti)

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Il Battery Monitor per controllare batteria e consumi elettrici

4 March 2013 - autore

Battery Monitor NASA Marine

Il Battery Monitor è uno strumento molto utile a bordo, che serve per tenere sempre sotto controllo lo stato di carica delle batterie e controllare i consumi istantanei di energia elettrica.

Un Battery Monitor, infatti, normalmente fornisce le seguenti informazioni

 

Tensione delle batterie (Volts)

Questa è sicuramente un’informazione utile (anche se non particolarmente sofisticata) per capire se le batterie sono cariche oppure no. Diciamo comunque che fra tutte le informazioni fornite da questo strumento, questa è la meno preziosa, anche perché di solito un voltmetro è sempre già presente nella strumentazione di base della barca

More...


Currently rated 4.5/5  (4 votanti)

  • Currently 4.5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Come si fa la gassa d'amante - Video

29 January 2013 - autore

Gassa d'amante

Chi è salito almeno una volta in barca a vela saprà che la gassa d’amante è uno dei pochi nodi fondamentali da imparare a fare ad occhi chiusi.

Ho trovato su Youtube un video molto interessante che mostra ben nove modi diversi per fare questo utilissimo nodo.

Secondo me vale la pena di guardarlo… More...


Currently rated 5.0/5  (1 votanti)

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Soldini doppia Capo Horn

22 January 2013 - autore

Alle h 15.37 GMT Maserati doppia Capo Horn controvento

Vento da ovest sui 35 nodi in aumento per Giovanni Soldini e il suo team

Alle h 15.37 GMT (le h 16.37 italiane) Maserati ha doppiato Capo Horn contro il vento e le correnti dominanti.

 

Partiti da New York il 31 dicembre 2012, Giovanni Soldini, Guido Broggi, Corrado Rossignoli, Michele Sighel, Sébastien Audigane, Boris Herrmann, Jianghe Teng detto Tiger, Ryan Breymaier e Carlos Hernandez, impegnati nel tentativo di battere il record della storica Rotta dell’Oro, hanno passato il leggendario Capo Horn dopo 21 giorni, 23 ore e 14 minuti di navigazione.

Un tempo da record, se si pensa che il maxi-catamarano di 110 piedi Gitana 13,detentore del record assoluto della tratta New York-San Francisco, nel 2008 ha doppiato Capo Horn dopo 22 giorni, 7 ore e 25 minuti di navigazione, quindi 8 ore più tardi rispetto al tempo del Vor 70 Maserati. Questo perché Gitana 13 era stato costretto dal vento eccessivo a rimanere cinque giorni in stand-by, al riparo della costa argentina, subito prima di Capo Horn.

 

“Siamo felici”, dice Soldini da bordo, raggiunto al telefono appena doppiato il capo. “Abbiamo fatto finora un tempo pazzesco. Fino a 10 miglia da Capo Horn siamo rimasti senza vento, poi un paio d’ore fa abbiamo fatto appena in tempo a togliere il J4 e a mettere il Code 0, a fare subito una mano e poi due, che sono arrivate raffiche di 20, 25 nodi. Ora navighiamo con raffiche di 35 nodi, come previsto. Ma il vento è ancora in aumento. La nostra strategia sarà quella di sfruttare ogni minima variazione della direzione del vento in modo da virare sugli scarsi e portarci velocemente a ovest per poi fare rotta verso nord paralleli alla costa del Cile. Ma non troppo vicini al Cile perché le Ande sono così alte da formare un muro che comprime le isobare e il vento potrebbe aumentare sotto costa anche di 15 nodi”.

 

Secondo le regole del World Sailing Speed Record Council (WSSRC), l’organismo internazionale che certifica i migliori tempi di percorrenza delle barche a vela sulle rotte storiche dei clipper, il monoscafo Maserati per aggiudicarsi il record nella tratta New York-San Francisco, deve battere il tempo conseguito da Yves Parlier nel 1998, a bordo di Aquitaine Innovations: 57 giorni, 3 ore, 2 minuti.

Il record nella categoria dei multiscafi conseguito nel 2008 da Lionel Lemonchois a bordo di Gitana 13 è di 43 giorni, 3 minuti, 38 secondi.

 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Il Tatanai perde il suo comandante

11 January 2013 - autore

Apprendo in questo momento da un amico una triste notizia.

Enzo Russo, del Tatanai, è morto questa mattina a Brescia. Lunedì ci saranno i funerali

Enzo era un punto di riferimento, oltre che amico, per molti velisti giramondo e anche per molti altri che sognavano leggendo le sue avventure a vela nei mari più belli del mondo.

Ha girato infatti i mari tropicali per molti anni, insieme alla moglie Rita, sulla sua barca di 12 metri Tatanai, disegnata da Foschi.

Voglio ricordare i suoi articoli su Bolina e la sua guida – portolano “Navigare ai Caraibi”, che è stata molto apprezzata dal pubblico.

Buon vento, Enzo.


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Soldini cerca di battere il record New York-San Francisco

2 January 2013 - autore

Soldini-Maserati

Come sapete, in Italia di vela si parla ben poco. Le TV e i giornali generalmente la snobbano.

E’ passato anche in sordina la nuova impresa di Soldini, che sulla sua barca Maserati sta tentando di battere il record New York – San Francisco.

Giovanni è partito il 31 dicembre da New York e sembra che abbia festeggiato il capodanno planando (di notte) a 30 nodi! Buon auspicio per il superamento del record.

Per battere il record New York-San Francisco, detenuto da Yves Parlier e Aquitaine Innovations, dovrà percorrere le 13.225 miglia in meno di 57 giorni, 2 ore e 3 minuti.

Il video seguente è il suo augurio di buon anno. More...


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Perini Navi accusata di evasione fiscale per 112 milioni

19 December 2012 - autore

Perini Navi

La Perini Navi, vanto della cantieristica navale italiana, produce nei suoi cantieri di Viareggio alcune tra le più belle (e costose) barche a vela che navigano nei mari del mondo.

Si dice che il prezzo all’utente finale di una di queste navi sia di un milione di euro a metro lineare!

E’ di oggi la notizia che i vertici dell’azienda sono stati accusati di evasione fiscale internazionale per 112 milioni di euro.

L’evasione sembra sia stata attuata con l’ormai noto giochetto delle società fiscalmente residenti in paesi in cui la pressione fiscale è minore (in questo caso il Lussemburgo), ma che in realtà, secondo quanto appurato dalla Guardia Di Finanza, erano da ritenersi a tutti gli effetti soltanto delle “scatole” attraverso le quali far passare alcune operazioni per evitare la pesante tassazione italiana.

Il Fisco ha già provveduto a sequestrare beni e titoli per un valore di 26 milioni a garanzia per il pagamento delle imposte evase e relative sanzioni.

Fonte: La Gazzetta di Viareggio.


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La barca a vela più veloce del mondo è un razzo

6 December 2012 - autore

Vestas SailRocket

Non si può nemmeno più definire una barca a vela, ed in effetti questo coso si chiama Sailrocket, cioè razzo a vela.

Comunque sia, quest’affare ha da poche settimane migliorato il record di velocità a vela, raggiungendo la folle velocità di oltre 65 nodi, cioè più di 120 Km/h sull’acqua!

Il tutto in una giornata in cui il vento medio soffiava tra i 25 e i 30 nodi, quindi una velocità più che doppia rispetto alla velocità del vento.

Il razzo aveva ovviamente un’andatura di bolina strettissima, mentre il vento reale probabilmente soffiava al lasco. Chi si vuole divertire può trovare tra le pagine di questo stesso blog un calcolatore di vento reale ed apparente.

More...


Currently rated 5.0/5  (2 votanti)

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Caccia alle balene: la Corea Del Sud dice basta

6 December 2012 - autore

Balena

Finalmente anche la Corea Del Sud ha annunciato di voler rinunciare alla cattura delle balene, allineandosi a quanto stabilito dalla moratoria internazionale del 1986 contro la caccia alle balene sottoscritta già da moltissimi Paesi tranne Giappone, Russia e, fino a ieri, anche la Corea Del Sud

Questo Paese dichiarava ufficialmente di catturare i mammiferi marini per scopi scientifici, ma in realtà la carne di questo animale veniva regolarmente commercializzata per scopi alimentari.

Un’ottima notizia. Ora speriamo che anche il Giappone e la Russia si allineino a questa decisione.

(Fonte: Ansa.it)


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Catena per linea d’ancoraggio: sono tutte uguali?

22 November 2012 - autore

Controllo Catena Ancoraggio

Le catene calibrate che si utilizzano per ancorare sulle barche da diporto sono tutte uguali? E’ vero che basta scegliere la misura adatta alla nostra barca (diametro in millimetri del tondino che forma l’anello) per essere sicuri che tenga fino al carico di rottura dichiarato?

Evidentemente la risposta è NO. Non tutte le catene sono uguali e soprattutto non tutti i catenifici producono con gli stessi standard di qualità. More...


Currently rated 3.7/5  (3 votanti)

  • Currently 3.666667/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Tritatutto ad elastico per la barca

19 November 2012 - autore

Tritatutto ad elastico 

A me sembra davvero geniale: un elettrodomestico per tritare frutta e verdire, scolare l’insalata e cose simili, che funziona senza elettricità e quindi è ideale per l’utilizzo in barca.

Tritatutto Basta caricarlo con un elastico e questo si mette in moto, triturando tutto in modo molto efficiente, come afferma Francesca, che di vela se ne intende e mi ha passato la segnalazione.

Certo, se ne può benissimo fare a meno. In fin dei conti basterebbe coltello e tagliere. Ma le idee furbe secondo me meritano di essere condivise.

Lo definirei non certo indispensabile, ma comodo. Lo trovate qui e costa 29 euro


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Rigging: Albero, sartie, crocette e... angoli

18 November 2012 - autore

Rigging

Il rigging è quella scienza (forse anche arte) che studia, progetta e realizza le attrezzature (manovre correnti e manovre fisse o dormienti) necessarie ad armare una barca a vela sostenendo l’albero e a farla navigare utilizzando il vento come forza propulsiva.

Questo breve articolo non ha la pretesa di trattare in maniera completa ed esaustiva le problematiche del rigging di una barca a vela, in quanto questa è una materia molto complessa e non certo esauribile in poche righe, tuttavia cercherà di chiarire alcuni concetti di base che, secondo me, un velista dovrebbe sempre avere ben chiari.

Accennerò infatti ad alcuni aspetti molto interessanti sul rigging delle manovre fisse. In altre parole: quali sono e come si valutano le forze applicate a sartie, stralli, albero e scafo della barca.

Si potrebbe pensare che la sicurezza di un armo sia esclusivamente un fatto che dipende dal dimensionamento di sartie e stralli. Molte volte io stesso mi sono trovato ad apprezzare il diametro generoso delle sartie di alcune barche pensando che avrebbero certamente sostenuto l’albero in qualsiasi condizione.

In effetti non è proprio così. O per lo meno non è solo così.

Ma allora come si progettano nella realtà le manovre fisse di una barca a vela? Come si dimensionano i cavi d’acciaio che sosterranno l’albero? E l’albero stesso, a che forze dovrà resistere? More...


Currently rated 5.0/5  (3 votanti)

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Installare un miscelatore con termostato sul boiler per non scottarsi più

4 November 2012 - autore

Miscelatore termostatico Gli scaldabagno che vengono installati sulle barche solitamente scaldano l’acqua a 70-80 gradi. Anche qualcosa di più quando è in funzione il motore diesel e l’acqua viene riscaldata dallo scambiatore di calore.

Alzi la mano chi non si è mai ustionato le mani aprendo il miscelatore del lavandino completamente posizionato dalla parte dell’acqua calda: all’inizio esce fredda e poi, improvvisamente, arriva la botta ustionante. More...


Currently rated 4.7/5  (6 votanti)

  • Currently 4.666667/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Mappa degli attacchi dei pirati sulle rotte del giro del mondo

20 October 2012 - autore

Mappa attacchi dei pirati

Sembra assurdo, ma purtroppo è vero: negli ultimi 10 anni è tornato alla ribalta un problema che si pensava praticamente risolto da oltre un secolo.

Gli attacchi di pirateria in mare, perpetrati ai danni di navi mercantili e perfino di yacht da diporto, sono tornati ad essere un vero problema per la navigazione.

Per quanto concerne le imbarcazioni da diporto, questi attacchi spesso si risolvono semplicemente con un abbordaggio e conseguente rapina di oggetti di valore a bordo delle imbarcazioni, tuttavia non sono rari episodi di violenza che in alcuni casi sono arrivati a provocare vittime tra i crocieristi. More...


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Video – Incidenti in fase di varo della barca

15 October 2012 - autore

Varare la barca implica sempre un certo grado di tensione psicologica per la paura che possa succedere qualcosa di spiacevole.

Questo video che ho trovato su Youtube dimostra che… i timori alcune volte possono essere fondati Frown

 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Enti certificatori che si rifiutano di misurare imbarcazioni?

9 October 2012 - autore

 Misure Scafo

La tassa di possesso sulle imbarcazioni da diporto recentemente introdotta dal governo Monti ha, tra le altre cose, contribuito a diffondere confusione su quale lunghezza si dovesse considerare per il calcolo dell’importo della tassa.

Lunghezza fuori tutto, sì, ma… il pulpito, o la delfiniera, o la plancetta di poppa vanno considerate nel computo di questa misura?

Ebbene, l’Agenzia delle Entrate ha specificato che trattasi della lunghezza misurata secondo le norme EN/ISO/DIS 8666, che prevedono la misurazione dello scafo escludendo tutte le appendici amovibili, ovvero fissate allo scafo stesso per mezzo di strutture amovibili.

Quindi tutte le appendici che ho portato ad esempio qui sopra dovrebbero essere escluse.

Tuttavia spesso accade che sui libretti di navigazione di imbarcazioni costruite parecchi anni fa, quindi ancora senza marcatura CE, la lunghezza fuori tutto riportata sia comprensiva di tali appendici, quindi risulta effettivamente maggiore di quella che dovrebbe essere utilizzata per il calcolo della tassa. More...


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Come costruire un rollbar per i pannelli solari spendendo 150 euro

3 October 2012 - autore

Rollbar pannelli solari 

Il rollbar sulla barca a vela è giudicato antiestetico da molti, ma indubbiamente è un sistema molto comodo per sistemare pannelli solari, generatore eolico, radar, antenne GPS, paranchi per motore fuoribordo e cose del genere.

Per quanto riguarda i pannelli solari, in particolar modo, la presenza di un rollbar consente di installare dei tradizionali ed economici pannelli rigidi, invece dei costosi pannelli flessibili.

Il problema è che far realizzare da un fabbro un rollbar in acciaio inox rappresenta un costo che supera i 1000 euro e spesso quindi vanifica il risparmio dell’acquisto di pannelli fotovoltaici più economici.

Alvaro, un lettore del Blog Della Vela, si è autocostruito un rollbar utilizzando dei tubi in alluminio, spendendo soltanto 150 euro.

Mi ha scritto raccontandomi del progetto ed ecco a voi il suo racconto: More...


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Partecipa con Andrea Mura alla Rolex Middle Sea Race

1 October 2012 - autore

Vento Di Sardegna di Andrea Mura

Dai, avanti, dimmi che non sarebbe il tuo sogno!

Percorso della Rolex Middle Sea Race Partecipare all’edizione 2012 della Rolex Middle Sea Race a bordo di Vento Di Sardegna con Andrea Mura. Sì, mi riferisco proprio a questo.

Da poco tornato dalle vittorie alla Twostar e alla Québec-Saint-Malò sul suo open 50 Vento di Sardegna, quest’anno il celebre skipper italiano parteciperà con un equipaggio di velisti NON professionisti alla prestigiosa regata che partirà da Malta a fine ottobre e compirà il giro della Sicilia in senso antiorario.

Pensa un po’ che esperienza… ci sarà solo da imparare.

Le selezioni stanno avendo luogo in questi giorni, quindi se hai intenzione di candidarti non perdere troppo tempo e inserisci la tua candidatura sul sito di sailsquare, cui Andrea Mura si appoggia per trovare il suo equipaggio.

E se poi riuscirai a partecipare, mi aspetto in cambio un reportage della regata in esclusiva per il Blog Della Vela, naturalmente! Wink

Buona fortuna

 Vento di Sardegna Vento di Sardegna


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Cuffia Volvo asse elica: importante spurgare l'aria

25 September 2012 - autore

Asse dell'elica con cuffia Volvo

Le trasmissioni in linea d’asse hanno sempre avuto un problema: garantire la tenuta stagna ed al contempo la corretta lubrificazione del “buco” nello scafo dal quale passa l’asse dell’elica.

Fino a qualche anno fa l’unica soluzione era costituita da una treccia di canapa (in seguito sostituita da materiale sintetico) imbevuta di grasso e premuta intorno all’asse dal premitreccia. Soluzione semplice, ma non perfettamente stagna e soggetta ad una  manutenzione abbastanza frequente.

La soluzione si è via via evoluta nel tempo, ma secondo me la vera innovazione è stata apportata dalla cuffia della Volvo Penta. More...


Currently rated 4.8/5  (5 votanti)

  • Currently 4.8/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Come accendere il motore senza usare la chiave

14 September 2012 - autore

Motore Volvo Penta

Avete perso la chiave di accensione del motore? Nessun problema: basta individuare il motorino di avviamento ed il gioco è fatto.
In questo video di Youtube potete constatare voi stessi quanto sia facile mettere in moto il motore.


Currently rated 4.0/5  (1 votanti)

  • Currently 4/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)