Roberto Minoia su Facebook

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Il PC a 12 Volt perfetto per la barca

- autore

fitpc2

Pensate a quante cose si possono fare con un Computer a bordo della barca: con un adeguato software di navigazione (OpenCPN è gratuito) si potrebbe interfacciare a tutta la strumentazione di bordo: GPS, radar, AIS, Vento, Log e perfino ai dati di controllo del motore (numero di giri, temperatura acqua e olio, ecc.)

Non solo: un PC con caratteristiche multimediali può essere collegato alla TV e all’impianto stereo e servire quindi da riproduttore di video, DVD, musica, foto, ecc.

In effetti credo che oggi tutti abbiamo un bel PC portatile, tuttavia il problema di questi dispositivi è che a batteria hanno una scarsa autonomia (in media 2-3 ore di utilizzo continuativo) e per ricaricarsi devono essere collegati alla linea a 220V.

Questo significa che se non siamo allacciati in banchina, dovremo disporre di un inverter a bordo. Se poi aggiungiamo il fatto che inverter e trasformatori non sono efficientissimi dal punto di vista energetico e che questi PC portatili non sono proprio parchi nei consumi (40-60W mediamente), il risultato è che non appena l’alimentatore viene attaccato alla presa di corrente, dalle batterie servizi vengono prelevati molti ampere (nel caso del mio net PC sono circa 5), che rendono problematico l’utilizzo continuativo a bordo.

Ma esiste un PC che risolve tutti questi problemi?

 

La soluzione

Girando in internet mi sono imbattuto in un PC che sembra avere tutte le carte in regola per diventare il perfetto computer di bordo. Le caratteristiche che hanno attirato la mia attenzione fin da subito sono le seguenti:

  • Dimensioni molto contenute: è grande come una saponetta e si può collocare praticamente dappertutto, nascosto alla vista
  • Silenziosità: è sprovvisto di ventolina, quindi è estremamente silenzioso
  • Alimentazione a 12 Volt: non richiede l’utilizzo di inefficienti inverter e trasformatori di tensione, poiché può essere connesso direttamente alla 12V della batteria
  • Consumo estremamente limitato: solo 8 Watt a piena potenza. In media il consumo è di appena 6 Watt. Diciamo 600-700 milliampere succhiati dalle batterie. Meno di così…

Specifiche tecniche

  • Processore Intel Atom Z5xx. Ne esistono tre versioni a diverse frequenze (e quindi prestazioni): 1 Ghz, 1,6 Ghz e 2 Ghz.
  • RAM  DDR da 1 Gb o 2 Gb, a seconda delle versioni
  • Alloggiamento per Hard Disk o SSD da 2.5 pollici Sata 2
  • Scheda grafica Intel GMA 500 con acceleratore grafico per video in Full HD
  • Uscita video DVI su cavo HDMI standard. Se avete un monitor con un ingresso VGA oppure DVI, vi servirà un cavetto adattatore.
  • Scheda di rete 10-100 Mbit/sec
  • Scheda WiFi con antenna esterna
  • 6 porte USB 2.0 (2 mini USB e 4 standard)
  • Interfaccia a raggi infrarossi (per eventuale telecomando)

Ho acquistato il modello a 1.6 Ghz e 1 Gb RAM proprio per testarlo e per potervi raccontare le mie impressioni.

DSC_1743Ho scelto un modello senza disco fisso, e poi ho acquistato presso un altro fornitore un disco SSD da 64 Gb. Il disco SSD (a stato solido, cioè completamente elettronico), sebbene più costoso dell’hard disk classico, è caldamente consigliato su un PC di questo tipo, poiché consuma meno energia, è nettamente più veloce e non ha parti meccaniche in movimento, quindi rende il sistema tollerante alle vibrazioni e agli shock. Anche questo è da tenere in considerazione in barca.

La mia scelta per quanto riguarda il disco SSD è caduta su un OCZ Vertex 2 da 60 Gb che, secondo i test che ho letto in rete, è molto più veloce rispetto agli SSD Kingston, che sono più diffusi.

Appena aperta la scatola sono rimasto stupito dalle dimensioni: me lo aspettavo piccolo, ma non così tanto! L’aspetto e la finitura sono ben curati. Il case nero è di metallo verniciato (alluminio) e, non avendo una ventola per il raffreddamento, questo è fondamentale in quanto funziona come dissipatore di calore. Infatti quando è acceso si scalda fino a circa 50 gradi.

Clicca per ingrandireSul frontale sono presenti:

  • Uno slot per le card di memoria del tipo mini SD
  • due prese mini USB 2.0
  • L’interruttore per l’accensione
  • La porta a raggi infrarossi

Nella parte posteriore invece troviamo:

  • Presa di alimentazione 12V
  • Attacco cavo ethernet
  • Attacco per antenna WiFi
  • 4 porte USB 2.0 standard
  • Uscita video HDMI
  • Attacchi per jack stereo/mic
  • Uscita audio 5.1

La mia prima intenzione è stata quella di installare il sistema operativo Linux Ubuntu, che ha l’innegabile vantaggio di essere gratuito.

L’ho scaricato e installato senza problemi in pochi minuti, ma poiché mi ha installato un driver grafico standard, la massima risoluzione possibile era di soli 1024x768 pixel (invece dei 1920x1080 supportati dalla scheda GMA 500) ed inoltre la grafica era molto lenta, tanto che anche il semplice spostamento di una finestra non era sufficientemente fluido.

La ricerca del driver corretto è stata semplice, ma l’installazione si è rivelata un disastro. Installare un driver sotto Linux è un vero macello, poiché sembra che non esista un programma di installazione semplice e alla portata di un utente “normale” come in Windows.

Morale della favola: ho perso due notti intere cercando di farlo funzionare ma, nonostante l’installazione del driver fosse apparentemente andata a buon fine, al riavvio il sistema si bloccava con un errore.

Il Fit PC-2 collegato al TV Full HD Alla fine ho riformattato tutto ed ho installato Windows 7 Ultimate: in meno di un’ora il sistema era perfettamente funzionante Wink

Avevo paura che 1 Gb di memoria fosse decisamente insufficiente per Windows 7, invece si muove bene e non sembra particolarmente accusare la “poca” memoria.

Ho collegato l’uscita video al mio TV di casa tramite un cavo HDMI ed ho impostato subito la risoluzione della scheda video a full HD (1920x1080). La qualità dell’immagine è eccellente!

Peccato che il Fit PC2 non includa anche un sintonizzatore TV digitale, altrimenti sarebbe stato perfetto anche per un utilizzo domestico (potrebbe fungere anche da videoregistratore dei programmi TV). Ma per me sinceramente questa non è una grave mancanza.

 

Prezzi

Il Fit PC2 non è propriamente un PC a buon mercato. Di certo costa molto meno di un video multifunzione della Raymarine, ma comunque è più caro (circa il doppio) rispetto ad un Net PC. Diciamo che ha un prezzo simile ad un PC portatile di fascia media.

Il modello da 1.6 Ghz che ho acquistato io costa circa 390 euro senza disco. Bisognerà quindi aggiungere altri 30 euro circa per un hard disk da 160 Gb, oppure circa 100 euro per un disco SSD da 64 Gb (consiglio quest’ultimo per i motivi sopra citati). Una possibile alternativa più economica che consente di preservare i vantaggi del disco SSD è quella di installarne uno più piccolo (32 Gb, circa 60 euro) e di utilizzare un disco esterno USB ad alta capacità per archiviare dati, video, immagini, musica e quant’altro.

Se dobbiamo anche aggiungere un monitor, il prezzo lieviterà di altri 60-100 euro per un modello di circa 15 pollici. In barca non credo che sia necessario un monitor di dimensioni maggiori, anche per motivi legati al consumo energetico.

E ovviamente non dimenticate il costo del sistema operativo. Se decidete di non installare Linux, infatti, dovete considerare qualche decina di euro aggiuntivi per una versione OEM di Windows 7.

Totale: da 420 a poco più di 600 euro, a seconda della configurazione scelta.

Buon divertimento e… fatemi sapere, mi raccomando!


Currently rated 4.5 by 5 people  (27 votanti)

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Related posts

Comments

Interessante Roby, telepatia contagiosa ... in questi giorni stavo proprio curiosando nel web dei sistemi alternativi ai plotter tradizionali, con costi decisamente inferiori ed applicazioni infinite, compresi i monitor marini interfacciabili con il pc. Interessante e molto simile come concetto alla tua, anche la soluzione "Magellano" proposta da enat, azienda di Verano Brianza (www.enat.it). Al momento non ho informazioni sui costi, sicuramente superiori a quelli da te proposti.

Roberto (Blue Note)   April 12. 2011 16:59

Questa sera vado a leggere. Grazie Rob

Roberto Minoia   April 12. 2011 17:47

Ho già dato un'occhiata (sono troppo curioso).
Mi sembra che alla fine sia proprio un PC, carrozzato bene per lavorare in ambienti marini. Poi gli accessori tipo video IP67 stagno, touchscreen e visibile sotto il sole sono accessori che si possono installare anche sul Fit PC2.
Fammi sapere il prezzo...

Roberto Minoia   April 12. 2011 18:33

....ma ormai per navigare con il supporto di nuove tecnologie bisogna avere una particolare predisposizione per l'ingegneria elettronica con indirizzo nucleare??? Avete presente la pubblicità che passava fino a qualche giorno fà sull'importanza della lingua italiana e della difficoltà di capire i dialetti con un ....eh?? Bene...

Fabrizio   April 12. 2011 22:10

Molto interessante sai dirmi il sito ?

paolo   April 13. 2011 18:35

Non si trova facilmente, in quanto classificato come PC industriale. Io ho dovuto importarlo.
Se vuoi ti vendo questo. Io l'ho acquistato solo per fare il test...

Roberto Minoia   April 14. 2011 09:51

Installare il driver per quella scheda video per ubuntu è piuttosto semplice, basta seguire le istruzioni riportate nella apposita pagina:

wiki.ubuntu.com/HardwareSupportComponentsVideoCardsPoulsbo

Installando anche la versione modificata di mplayer (istruzioni sempre in quella pagina) si sfrutta l'accellerazione hardware per la riproduzione dei video che è molto fluida anche in schermo intero.
La storia di quel chip grafico è un po' travagliata, ma se correttamente supportato permette buone prestazioni con un consumo energetico - come hai già notato - ridicolo.

Happy hacking
Happy sailing

dido   April 15. 2011 10:53

Grazie mille, Dido.
Ho letto della storia travagliata di quella scheda e del fatto che non sia un progetto originale Intel.
Anche io dopo qualche ora di ricerche in rete e di prove sono riuscito ad installare il driver corretto. E in effetti l'installazione (benché un tantino macchinosa rispetto alle procedure Windows) è andata a buon fine.
Il problema è che il PC non ripartiva più: durante la fase di boot veniva visualizzato un messaggio di errore che non ricordo a memoria, ma in sintesi significava che il processo non aveva i diritti per eseguire qualche operazione.
Si inchiodava tutto e dovevo spegnere il PC per proseguire, ma alla ripartenza si inchiodava sempre nello stesso punto Frown
Peccato, perché sarebbe stata una buona occasione per provare Ubuntu
Ciao

Roberto Minoia   April 15. 2011 11:04

Post e PC molto interessanti. Roberto, hai più venduto questo PC? Se ce l'hai ancora mi potrebbe interessare. Per favore dimmi quanto vuoi, e rifammi l'elenco di quello che ci hai montato - cercherò di capire, premettendo che in fatto di assemblaggio componenti non sono una cima, ma ho 2 cari figlioli che mi danno assistenza. Alla fine, non ho capito se sei riuscito a farlo girare anche con Linux o no...
Grazie, ciao

Manuela   April 17. 2011 18:33

Ciao,
Con Linux funzionava, ma la grafica era molto lenta in quanto veniva utilizzato un driver standard e quindi non sfruttava l'acceleratore grafico della scheda.
Puoi riprovare ad installarlo, se credi. Qui sopra hanno postato un link con le istruzioni dettagliate.
Ti mando un'email con le caratteristiche del PC.
Ciao

Roberto Minoia   April 17. 2011 23:42

E' uscita la distribuzione 11.04 di ubuntu... forse può aiutare. Aggiornano sempre i driver. Se durante l'installazione poi lo lasciamo connesso (ethernet) è meglio. Wink

Giacomo   May 6. 2011 14:14

Grazie Giacomo. Ho sentito della nuova release di Ubuntu, ma ormai ho installato e sinceramente non ho molta voglia di rimettermi a pasticcciare.
Sai, l'informatica è il mio mestiere da molti anni e ormai sono un po' stufo di passare le notti a "smanettare" (colpa dell'etàWink Smile
Comunque quando ho installato Ubuntu ero connesso ad internet.
Poi ho letto in giro che quella scheda grafica è un po' sfigata per quanto riguarda i driver Linux...

Roberto Minoia   May 6. 2011 14:26

Questa estate abbiamo fatto una lunga crociera partendo da Punta Ala fino a Teulada, toccando le Egadi e S.Vito lo Capo e rinetrando facendo tappe ad Arbatx, Caprera e Pianrello. Io uso un notebook per il meteo ma ho caricato altri programmi per la navigazione e per visualizzare i dati provenienti dagli strumenti di bordo. Putroppo non ho la possibilità di bloccare sul tavolo da carteggio il notebook e l'alimentazione è sempre attrverso un inverter, senza contare la scomidità dei cavi di alimentazione etc., un piccolo pc come quello che descrivi mi sarebbe servito molto.
Curiosando in rete mi sono imbattuto appunto in questo tuo articolo che ho molto apprezzato, purtroppo non sono "espertissimo" se è possibile mi puoi indicare il modello esatto del Fipc2? ho visitato il sito ma tra sigle e numeri non sono riuscito ad individuare quello giusto.
Grazie

Mauroi   September 7. 2011 19:10

Dove lo hai trovato? Vorrei prenderlo anche io e installarci Windows xp

Ruben Giancarlo Elmo   July 30. 2013 08:47

Ciao, prova a chiedere a www.negozioequo.com
Non ce l'hanno a catalogo ma te lo possono procurare...

Roberto

Roberto Minoia   July 30. 2013 10:54

Add comment


 

[b][/b] - [i][/i] - [u][/u]- [quote][/quote]



Nota: Per problemi di Spam i commenti sono moderati, quindi non saranno immediatamente visibili.

Comments are moderated. Spammers will be censored!