Coppa America 2010-Sempre di bolina a velocità pazzesche

14 febbraio 2010 - autore

Coppa America 2010 - BMW Oracle

Dopo la batosta subita da Alinghi nella prima regata, oggi mi sto guardando in streaming video la seconda regata. Alla prima gamba Alinghi è in vantaggio di circa 500 metri su BMW Oracle.
Questa Coppa America 2010 non mi sta entusiasmando. I catamarani hanno un po' snaturato questa competizione, secondo me.
Unica cosa interessante è osservare quanta ricerca, quanta tecnologia ci sia dietro a questi progetti. Sono davvero dei mostri tecnologici, ma questa è la Coppa America!
Questi multiscafi sono in grado di correre ad una velocità superiore fino a tre volte quella del vento.
Quando l'ho letto da qualche parte, qualche mese fa, non volevo crederci, ma ora sono davanti all'evidenza del fatti: con 6-7 nodi di reale raggiungono velocità intorno ai 17-18 nodi!
Ed il bello è che l'andatura più veloce è quella al lasco. Roba da non credere, perchè noi velisti "normali" siamo abituati ad una drastica riduzione della velocità quando dalla bolina larga/traverso passiamo ad un'andatura più larga.
Ed invece questi mostri sono talmente fuori dagli standard da sovvertire anche questa che per noi è una legge empirica naturale.
Nel lato di bolina, come si può facilmente intuire dai percorsi su virtual spectator, fanno bordi di 45 gradi rispetto all'apparente (le loro virate sono quasi perfettamente ad angolo retto).
Mi sono preso la briga di calcolare velocità e direzione del vento apparente, data la velocità delle imbarcazioni e la velocità e direzione del vento reale (clicca qui per visualizzare il simulatore).
Il risultato è sorprendente: con vento reale di 7 nodi a 45 gradi, hanno un apparente di 22 nodi a... 15 gradi. Quasi incredibile stringere 15 gradi, no?
Ma la cosa ancora più difficile da digerire è che quando girano la boa e fanno il lato al lasco.... navigano ancora di bolina.
Infatti il vento apparente per loro è sempre di bolina, ma la velocità delle barche in questo caso come dicevo prima è ancora superiore. In questo momento sto vedendo che siamo passati a 24-25 nodi contro i 17-18 del lato controvento.
Ho messo i dati nel mio foglio excel ed è risultato che con il reale ad 8 nodi e 135 gradi e la velocità della barca a 24 nodi, l'apparente è ancora a 17 gradi, con velocità di 19 nodi. Sempre bolina strettissima, quindi.

Nel frattempo la situazione si è già ribaltata, con BMW Oracle in vantaggio di 2 km su Alinghi!


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Related posts

Comments

Quello che dici è vero e incredibile, tuttavia per chi ha esperienza di catamarani ciò non stupisce e anzi, chi non ne ha mai fatta potrebbe scoprirne l'emozione salendo su uno dei tanti catamarani che affollano le spiagge dei circoli velici. Barche di 10 anni e più che diventano cavalli da domare con arie sopra i 15 nodi e che vanno tanto più forte quanto più si allontana il muso dalla bolina.
Considerando le capacità di risalire il vento decisamente mediocri, la velocità di manovra disarmante, queste barche regalano emozioni incredibili, specie mantenendo il vento apparente al traverso (al lasco con 25-30 nodi di reale si superano i 20 nodi di velocitàWink gli scafi filano che è un piacere!

Parole   febbraio 17. 2010 18:57

Ho sempre desiderato provare un cata. Prima o poi lo farò.
Grazie per il commento

Roberto Minoia   febbraio 17. 2010 19:17

Add comment


 

[b][/b] - [i][/i] - [u][/u]- [quote][/quote]



Nota: Per problemi di Spam i commenti sono moderati, quindi non saranno immediatamente visibili.

Comments are moderated. Spammers will be censored!

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)