Cuffia Volvo asse elica: importante spurgare l'aria

25 settembre 2012 - autore

Asse dell'elica con cuffia Volvo

Le trasmissioni in linea d’asse hanno sempre avuto un problema: garantire la tenuta stagna ed al contempo la corretta lubrificazione del “buco” nello scafo dal quale passa l’asse dell’elica.

Fino a qualche anno fa l’unica soluzione era costituita da una treccia di canapa (in seguito sostituita da materiale sintetico) imbevuta di grasso e premuta intorno all’asse dal premitreccia. Soluzione semplice, ma non perfettamente stagna e soggetta ad una  manutenzione abbastanza frequente.

La soluzione si è via via evoluta nel tempo, ma secondo me la vera innovazione è stata apportata dalla cuffia della Volvo.

Si tratta di un cappuccio in gomma che viene fissato sulla parte interna dell’astuccio dell’asse e avvolge l’asse stesso. Un sistema semplicissimo che, se l’asse è allineato correttamente ed è perfettamente liscio come dovrebbe sempre essere, garantisce perfetta tenuta all’acqua per molte centinaia di ore di navigazione a motore.

Anche a livello di manutenzione, questo pezzo non richiede grandi cure. Ovviamente va ispezionato spesso, visto che è importantissimo, e sostituito in caso di screpolature e comunque entro i limiti imposti dalla casa (500 ore o comunque 5 anni).

La Volvo consiglia di ingrassarlo ogni tanto con un po’ di grasso resistente all’acqua (quello blu) e, soprattutto, di spurgare l’aria ogni volta che la barca viene messa in acqua.

Infatti la lubrificazione della superficie di contatto tra la gomma della cuffia e l’inox dell’asse è garantita dall’acqua, dunque bisogna essere certi di far uscire tutta l’aria che inevitabilmente dopo il varo ristagnerà all’interno dell’astuccio dell’asse (chiaro, no?)

Particolare della cuffia Volvo per l'asse dell'elica L’operazione di per sé è molto semplice: basta prendere tra le dita la cuffia intorno all’asse e premere. In questo modo il labbro si ovalizzerà leggermente e si scosterà dall’asse, lasciando uscire l’aria. In pratica si sente proprio un “pfffff…” e poco dopo comincerà ad entrare un po’ di acqua. Questo è il segnale che lo spurgo è avvenuto correttamente.

Se questo non viene fatto, si rischia che dopo qualche decina di minuti di motore l’attrito prodotto tra la gomma e l’asse produca calore, che potrebbe portare al danneggiamento e alla rottura della cuffia, con conseguenze non proprio piacevoli.

La scorsa estate mi è successa una cosa che vi voglio raccontare.

Stavo navigando a motore a circa 1500 giri. Dopo circa un’ora ho cominciato ad avvertire uno strano rumorino, come un cigolio, ma appena percettibile. Ho chiesto al resto dell’equipaggio, ma nessuno sentiva nulla.

Boh, io però quando vado a motore sono sempre molto attento ai rumori insoliti, quindi siccome secondo me proveniva dalla trasmissione, sono andato a controllare l’asse.

Apparentemente tutto a posto, ma quando ho messo una mano sull’asse… cavolo, scottava di brutto. Sarà stato almeno a 70 gradi.

Spengo il motore e controllo la cuffia: era piena d’aria!

Strano, perché la barca era stata varata due settimane prima ed ero sicuro di avere correttamente provveduto allo spurgo.

Cos’era successo? Il giorno prima avevamo fatto una bella navigazione di bolina con 20-25 nodi, onde e barca molto sbandata. Evidentemente in quelle condizioni era entrata dell’aria nell’astuccio (schiuma delle onde?)

Chi l’avrebbe mai pensato? Non si finisce mai di fare esperienza. Credo che d’ora in poi controllerò più spesso la cuffia.

E comunque… drizzate sempre le orecchie e state attenti ai rumorini insoliti Wink

[Aggiornamento novembre 2016] 

Lo scorso mese di giugno ho cambiato la mia Cuffia Volvo per sicurezza. Ho scoperto una cuffia compatibile, venduta da NegozioEquo.com. Questa ha un ugello per l'immissione di grasso per la lubrificazione delle labbra di tenuta della Cuffia: basta inserire un po' di grasso marino ogni 50-60 ore di motore per dimenticarsi di tutti i problemi. Opzionalmente può anche essere collegata una canna ad un altro ugello, per fare in modo che l'interno della cuffia di tenuta sia sempre riempito di acqua. In questo modo non servirà neppure spurgare dall'aria come spiegato in questo articolo. La uso da 6 mesi, ho fatto 150 ore di motore e funziona che è una meraviglia, oltre a costare meno del pezzo di ricambio originale Volvo Penta.

Potete acquistarla cliccando qui. Consigliata!


Currently rated 4.7/5  (3 votanti)

  • Currently 4,666667/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Related posts

Comments

Non sapevo delle 500 ore previste dal manuale volvo.
Sicuramente è cautelativo.

Comunque anche io ho preso l'abitudine di spurgare la cuffia di tanto in tanto.
Sono solito ispezionare il vano motore e l'asse e già che ho sollevato i paglioli, già che ho toccato l'asse per sentire la temperatura, che mi costa dare una bella strizzata alla cuffia e vedere lo zampillo uscire ? Smile
Max

Max   settembre 25. 2012 14:34

Bravo, Max. Anche io d'ora in poi... Wink

Roberto Minoia   settembre 25. 2012 14:35

Neanche io sapevo delle 500 re, che mi paiono francamente pochine. Io ne ho oltre 1000 e la cuffia è in perfetta forma !

Michael   settembre 25. 2012 19:27

Come dicevo a Max, anche secondo me il limite delle 500 ore è altamente conservativo, ma la Volvo evidentemente non vuole assumersi responsabilità. Comprensibile, no? Wink
Anche i 7 anni per la guarnizione del saildrive sono pochissimi, eppure...
Il problema sono le compagnie assicuratrici: se ti affonda la barca sono capaci di attaccarsi a tutto e se non hai la fattura che prova che l'hai cambiata.... mah.
P.S. la mia cuffia che vedi nella foto ha 900 ore e come vedi sembra nuova

Roberto Minoia   settembre 25. 2012 19:32

Ho sostiuito la cuffia con circa 500 ore. Negli ultimi tempi notavo, a volte, qualche goccia d'acqua sospetta... Mi sono tolto il pensiero e adesso è tutto a posto.
Grazie comunque per la dritta dello spurgo.

fabrizio   settembre 25. 2012 21:31

Non sono iscritto al blog, ma vi ringrazio della notizia, stavo giusto pensando al controllo della cuffia , io ero abituato alla canapa
grazie

maurizio   ottobre 13. 2012 14:56

La cuffia va lubrificata un grasso vegetale altrimenti un grazzo da idrocarburo cuoce la gomma riducendo sensibilmente la durata delle delicatissime lamelle di tenuta della cuffia.
B.V.

Melchiorre   novembre 10. 2012 18:11

Certo, Melchiorre. Ci vuole il grasso apposta che non intacca la gomma. Io uso quello Volvo blu

Roberto Minoia   novembre 10. 2012 19:22

il grasso è importante, ma nella soluzione che è nella foto manca il tubicino dell pescaggio acqua mare che su altri tipi di barca ha il ruolo di raffredare, lubrifficare la boccola asse elica e cuffia. poi cè la soluzione moderna con un premistopa al grafite che una volta piazato è quasi eterno... si sostituisce dopo 15-20 anni quando l'unico pezzo in gomma diventa proprio inutilizabile...

Aurel Bratu   giugno 23. 2014 14:35

Add comment


 

[b][/b] - [i][/i] - [u][/u]- [quote][/quote]



Nota: Per problemi di Spam i commenti sono moderati, quindi non saranno immediatamente visibili.

Comments are moderated. Spammers will be censored!

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)