Dall'isola di Cavallo alla baia di Rondinara

14 agosto 2008 - autore

Giovedì 14 agosto 2008

La mattina scendiamo a terra col tender e facciamo un giro a piedi sull'isola di Cavallo. Lungo le stradine, quasi tutte in terra battuta, sfrecciano piccole auto elettriche, simili a quelle usate nei campi da golf.

In mezzo ad un prato un piccolo elicottero attira la nostra attenzione. Ha le pale legate a terra con delle corde per evitare che il vento possa ribaltarlo.

Dopo dieci minuti di cammino arriviamo ad una spiaggetta davvero bella e semideserta. Solo poche persone, probabilmente le stesse che abitano quelle lussuose casette di pietra ben mimetizzate nel paesaggio.

Ma il meteo preannuncia forte vento da W a partire da domani sera. Decidiamo di cercare riparo sulla costa est della Corsica, a Rondinara o nel golfo di Santa Manza.

Torniamo alle barche, pronti a salpare per arrivare presto sul posto e sistemarci bene prima che faccia buio e la rada si riempia di barche.

Il trasferimento è breve e lo facciamo a motore. Davanti al golfo di Santa Manza alcuni delfini ci accompagnano per un paio di minuti saltando davanti alla nostra prua.

Giunti nella baia di Rondinara ci accorgiamo con stupore che le barche alla fonda sono pochissime. Nulla a che vedere con gli anni scorsi, quando si faceva fatica a calcolare il punto giusto per dare fondo all'ancora.

Non abbiamo che da scegliere il posto che più ci piace: tra una barca e l'altra ci sono come minimo 40 o 50 metri.

Testo la tenuta dell'ancora mettendo motore indietro a 2000 giri: ancoraggio perfetto!

L'acqua è un brodo: il nostro termometro sulla console degli strumenti segna 28 gradi. In men che non si dica siamo tutti in acqua a fare il bagno.

Serata al ristorante della spiaggia. 28 euro a testa per mangiare uno spiedino di tonno e spada e due palline di gelato! Al ritorno in barca il mare è caldissimo ed immobile. La serata è davvero fantastica, assenza totale di vento. Sembra perfino difficile credere che fra poche ore arriverà il forza 8-9 preannunciato da Meteo France.

Torna all'indice del viaggio 


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Related posts

Add comment


 

[b][/b] - [i][/i] - [u][/u]- [quote][/quote]



Nota: Per problemi di Spam i commenti sono moderati, quindi non saranno immediatamente visibili.

Comments are moderated. Spammers will be censored!

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)