Il Porto di Calvi - Portolano e rade protette

24 maggio 2008 - autore

Baia di Calvi Corsica

Se arrivate a Calvi le prime tre settimane di agosto, scordatevi di trovare posto in porto, specialmente nei giorni di brutto tempo. Il porto di Calvi, infatti, è prenotato di anno in anno da diportisti che ne fanno la loro "base" per tutto il mese di agosto. Escono durante il giorno con la barca a fare il bagnetto e la sera tornano a "fare la vita" e ci passano la notte.

Il posto in porto lo trovano soltanto i "soliti italiani", che sono disposti a pagare sottobanco cifre di tutto rispetto all'ormeggiatore di turno perché li faccia passare davanti a tutti i comuni mortali in lista d'attesa. Abbiamo assistito a scene di corruzione svoltesi alla luce del sole senza alcuna vergogna da parte degli attori. Va da sé che non condivido comportamenti del genere, quindi cerco di evitare a tutti i costi di mettere piede in porto. 

Le alternative in zona (rade protette) ci sono e sono parecchie (vedi mappa

Se volete essere vicino alla cittadina per poter fare rifornimenti di acqua, alimentari e carburante o più semplicemente volete concedere all'equipaggio una serata di svaghi a terra, potete ormeggiare alle boe nella rada antistante il porto. Questa è una soluzione comoda (si trova quasi sempre posto) ma abbastanza cara, in quanto il prezzo per una barca di 12 metri è di circa 35 euro al giorno (!!!). Considerato che non si ha in cambio nessun servizio (se non il ritiro della spazzatura), questa sistemazione non è certo a buon mercato.

In alcuni giorni si rivela una scelta infelice, in quanto il rollio causato dalle onde al traverso non vi farà dormire. E’ invece un’ottima sistemazione nei giorni di Libecciu, molto frequenti in estate, poiché il vento spesso violento viene da terra e quindi si dorme molto bene, senza preoccuparsi per la tenuta dell'ancora (abbiamo testato le boe fino a forza 9).

Se arrivate la sera dopo le 20 o le 21 potete evitare di pagare, ancorando più ad est sempre nella baia, dove non ci sono più boe. In effetti ci sarebbe divieto di ancoraggio, ma nessuno vi dirà nulla fino al mattino alle 8.30, quando sentirete bussare sulla barca: l'ormeggiatore col gommone vi dirà che dovete spostarvi.

Se invece volete concedervi una magnifica serata lontano dal caos (io AMO queste serate), allora vi consiglio vivamente di dare ancora alla fine della baia di Calvi, nella parte di Nord-Est (punto “E” nella mappa qui sopra). Il riparo è assicurato con venti dal primo e secondo quadrante. Qui ci sono spiaggette davvero belle e si può ancorare in 3 metri d'acqua turchese su fondo di sabbia bianca. Sembra di essere in piscina. Quando stiamo qui a dormire ci capita raramente di essere in compagnia di più di 3 o 4 barche. Davvero bello.

Se invece tira vento dal terzo o quarto quadrante il riparo per eccellenza è costituito dal Golfo della Revellata, subito ad ovest della cittadella di Calvi (Punto “F&rdquoWink. Potete ancorare su fondo di sabbia di 5-10 metri, ben protetti dai venti da ovest dalle alture. Qui lo spettacolo è più selvaggio ed emozionante.

In città, invece, si può trovare tutto ciò che serve.

Per acquistare gli alimentari il posto migliore è certamente il supermercato Super-U, situato subito ad est del porto, proprio di fronte alla spiaggia.

E' comodissimo perché ci si arriva tranquillamente a piedi, sia dal porto che dal campo boe, e si può portare il carrello della spesa fino alla barca in porto. Basta che poi lo riportiate al supermercato.

E' un grande negozio, paragonabile a quelli delle grandi città. Oltretutto è dotato di una panetteria che sforna pane davvero ottimo. Il loro "pain de champagne", anche mangiato dopo una settimana è ancora eccellente. (Nota: due anni fa la commessa in panetteria era una delle ragazze più belle che io abbia mai visto. Smile )

Per quanto riguarda i ristoranti, non c'è che l'imbarazzo della scelta. Non me la sento di consigliarvi, però, visto che noi ne facciamo poco uso, preferendo spesso cenare in barca con equipaggi amici. Lo troviamo molto più divertente. Nella via principale, adiacente al porto, una piccola gelateria che fa un gelato artigianale davvero eccellente.

Anche gli shipchandler non mancano. Ne ricordo due, molto riforniti, proprio vicini al porto, di fianco alla capitaneria. Uno dei due è della catena U-Ship, molto presente anche in Costa Azzurra.

Se dovete far gasolio in porto vi conviene andare al distributore la mattina presto, perché nel mese di agosto è davvero un caos: decine di barche sono in attesa di avvicinarsi alle pompe nello specchio d'acqua antistante. Spesso si mettono a litigare tra di loro perché qualcuno cerca di passare avanti, ed il vento che c'è spesso da queste parti non è certo d'aiuto, rendendo difficoltose le manovre e nervosi gli equipaggi.

Non me la sento mai di rovinarmi la giornata in questo modo, quindi preferisco fare un paio di giri a riempire la tanica con il gommone. In questo modo non si fanno le code Wink


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Related posts

Comments

Sono Rocco, vedo che la recensione del porto di Calvi è precedente a quell'assurdo episodio avvenuto nel 2009, del quale avrai sentito sicuramente parlare, siccome stò organizzando una vacanza da quelle parti, ti chiedo, se è possibbile, se è ancora imprudente ormeggiare da quelle parti.
Grazie buon vento a tutti.

rocco   giugno 11. 2012 16:42

Ciao Rocco, io non ho mai avuto problemi. Certo ho sentito di quell'episodio... Secondo me in agosto siccome c'è moltissima gente è meglio star fuori in rada, tanto più che l'anno scorso non c'era nemmeno più il campo boe e quindi si poteva calare l'ancora e non si pagava nulla.
Fuori dalle tre settimane di altissima stagione invece non ci sono problemi
BV

Roberto Minoia   giugno 11. 2012 18:51

Grazie Roberto, per la tua risposta, in ogni caso la vacanza che stò organizzando
riguarda questo periodo di fine giugno e credo, a questo punto, che le preoccupazioni maggiori me le daranno i venti di ponete.
Grazie ancora e B.V.

rocco   giugno 11. 2012 19:14

Add comment


 

[b][/b] - [i][/i] - [u][/u]- [quote][/quote]



Nota: Per problemi di Spam i commenti sono moderati, quindi non saranno immediatamente visibili.

Comments are moderated. Spammers will be censored!

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)