La notte più tranquilla

28 novembre 2015 - autore
I turni sono massacranti e si vede

From Y2K - day 6 - messaggio ricevuto il 28-11-2015 alle 11.10 ora italiana

La notte più tranquilla

Almeno per ora.

Già, perché tecnicamente la notte non è ancora finita.

L'orologio di bordo segna ancora le 5, però sono convinto che ormai questa notte passerà così, tranquilla e senza problemi.
Alla fine ci siamo organizzati con i turni di notte, dopo che il Capitano Max si è ammalato (voci insistenti a bordo dicono che sia solo una scusa per starsene in branda). Due ore montano le fanciulle insieme, almeno si fanno compagnia, e due ore monto io.
Se tutto fila liscio, durante un turno di guardia non è che ci sia molto da fare: il pilota automatico governa la barca in modo impeccabile, quindi bisogna solo ogni tanto controllare l'eventuale presenza di altre barche, la direzione ed intensità del vento, e dare una controllatina con il radar per verificare la presenza di eventuali squalls, cioè quelle formazioni temporalesche di cui vi ho già accennato.

Sul monitor del radar si vedono distintamente. Bisogna fare il rilevamento polare e misurare la distanza, così dopo qualche minuto si capisce in quale direzione si stanno muovendo e a che velocità.

A questo punto si decide la strategia: se non c'è niente da fare ci prepariamo a prenderlo, riducendo per tempo le vele, se invece intravediamo la possibilità di schivarlo, allora cambiamo leggermente la nostra rotta spostandoci dalla sua traiettoria. Però questa notte nulla di tutto ciò.
La temperatura dell'aria è gradevole, cielo quasi sereno, umidità zero.

L'unica rottura di scatole è il rumore della randa che sbatte ogni tanto a causa della mancanza di vento. Peccato, perché fino a un'ora fa di vento un po' ce n'era.

Io non ho sonno.

Ormai ho imparato a dormire come i delfini: cinque minuti ogni tanto. Non importa se sdraiato, seduto, oppure in piedi: l'importante è accumulare nelle 24 ore quelle 4 o 5 ore di sonno che sono il minimo sindacale per restare in vita.
E poi oggi c'è una luna incredibile.

La luna qui ha una luce così intensa che si riesce persino a leggere un libro in pozzetto senza accendere la luce. Davvero, non sto scherzando.

Un po' deve sicuramente dipendere dal fatto che l'aria è tersa, ma poi anche perché a queste latitudini è alta nel cielo, vicino allo zenit, e quindi la luce attraversa meno atmosfera per arrivare a terra.

Luna allo Zenith - Da Google Skymap
Per il resto tutto procede bene. Ieri sera abbiamo mangiato un fantastico risotto con la zucca, opera della Tita, naturalmente.
Proseguiamo verso sudovest con vento molto debole e di conseguenza andiamo molto piano.
Cerchiamo l'Aliseo a sud, ma non sappiamo dove si trova. Qualcuno ci potrebbe dire da casa dove cavolo si è nascosto? Fino a che latitudine dobbiamo scendere? Ora siamo a 21 di latitudine e quasi 29 di longitudine ovest, quindi quasi al cosiddetto "cancello di Colombo", situato a 20 N ,30 W, dove dicono che l'Aliseo non si nega mai a nessuna nave.... Speriamo!

Navigation Report
---------------------------------------------------------
At 28/11/2015 09:18 (utc) our position was 21°01.38'N 028°50.23'W
SOG:4.9Kt COG:216T WIND:10Kt from NE
---------------------------------------------------------

(nota di Vittorio)
A proposito di "Luna".... ricordo che ho insegnato io ad Ale (il figlio di Roberto – NdR) questa parola nel '96 quando aveva 1 anno. Eravamo al porto di Olbia  di sera, in attesa di imbarcarci per tornare a Milano, in una bella sera di fine luglio. Col ditino puntato verso il disco dorato nella sua "veste" piena, pronunciava felice "...una  !".


Currently rated 4.5/5  (2 votanti)

  • Currently 4,5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Related posts

Add comment


 

[b][/b] - [i][/i] - [u][/u]- [quote][/quote]



Nota: Per problemi di Spam i commenti sono moderati, quindi non saranno immediatamente visibili.

Comments are moderated. Spammers will be censored!

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)