Pannelli fotovoltaici flessibili ad alto rendimento

1 luglio 2009 - autore

Nota: puoi leggere altri articoli e recensioni sui pannelli fotovoltaici flessibili per nautica e camper cliccando quiPannello solare flessiile e calpestabile

Non appena ho potuto mettere le mani su questa vera novità in fatto di fotovoltaico, ho subito pensato a voi.

Ed ecco qui in anteprima il nuovo pannello solare prodotto dalla Enecom Italia, un’azienda di Torino, con sede anche a Verona. (cliccate sulle foto per ingrandirle)

Di pannelli fotovoltaici flessibili e calpestabili ce n’erano già molti in commercio, ma la novità di questo consiste nel fatto che è realizzato in silicio cristallino, e pertanto ha un rendimento quasi doppio rispetto ai “soliti” pannelli flessibili, che sono realizzati in silicio amorfo (vedi l’altro articolo del blog). Questo pannello in effetti vanta un’efficienza del 16%, che è fra le più alte oggi disponibili. Significa che ben il 16% dell’energia solare viene trasformata in energia elettrica (Aggiornamento: l'attuale pannello da 130W in silicio monocristallino ha un rendimento del 18%)

Questo pannello viene realizzato per ora in quattro diverse potenze: 35, 40, 70 e 80 Watt. Prossimamente sarà disponibile anche quello da 110 Watt.  (Aggiornamento di gennaio 2011: sono disponibili anche pannelli da 65W, 90W 110W e 130 Watt)

Particolare del pannello Io ho acquistato il modello da 70W, che vedete nelle foto che ho scattato ieri sera a casa subito dopo l’apertura del pacco. Come potete notare lo spessore è davvero millimetrico ed il peso… praticamente una piuma. Infatti pesa solamente 1.3 Kg e per questo motivo è molto maneggevole ed installabile praticamente ovunque.

Su una barca o un camper può anche essere installato “volante”, in modo da avere sempre un’esposizione solare ottimale (ricordo che per massimizzare il rendimento il pannello deve essere sempre disposto perpendicolarmente al sole).

Particolare dei connettori Viene già fornito con due cavetti stagni che terminano con i connettori che vedete nella foto qui a fianco.

Il prezzo è superiore a quello di un pannello solare fotovoltaico tradizionale, ma se considerate che pesa un decimo e che può essere installato in posti impensabili… il vantaggio è evidente. Devo dire che su una barca (a meno di non avere un rollbar) oppure su un camper è davvero l’ideale. Per avere un termine di paragone, il mio pannello da 85W rigido pesa 9.5 Kg contro 1.3 Kg di questo, mentre la dimensione è molto simile.

Leggi su questo blog tutti gli articoli sui pannelli fotovoltaici (come funzionano, quali tipi, come installarli, ecc. ecc.)

Qui sotto trovate le caratteristiche tecniche dei pannelli

 

 

HF 35

HF 40

HF 70

HF 80

 
Potenza nominale (P) ± 5% 35 40

70

80  
Tensione a circuito aperto (Voc) 19,52 21,96 19,52 21,96  
Corrente alla massima potenza (Imp) 2,55 2,55 5,1 5,1  
Tensione alla max potenza (Vmp) 16,16 18,18 16,16 18,18  
Corrente alla massima potenza (Imp) 2,3 2,3 4,6 4,6  
Numero di celle in serie 32 36 32 36  
Dimensione cella (mm) 62,5x125 62,5x125 125x125 125x125  
Dimensioni (b x h x p) mm 554x272x1,5 670x526x1,5 1104x526x1,5 1230x526x1,5  
Tensione massima di sistema 600 V
Terminali d'uscita Cavo con connettori MC *()
Efficienza cella 16%
Applicazione tipica Per sistemi a batteria CC 12 V
  in condizioni STC (Standard Test condition)
   * a richiesta

per chi volesse leggere nel dettaglio le specifiche tecniche, qui si può scaricare il PDF. Nel PDF sono contenute anche le caratteristiche dei moduli da 110 e 130W, che invece mancano nella tabella qui sopra.

Un’ultima foto, per farvi meglio cogliere le dimensioni del pannello (110x53 cm.), confrontate con l’ultimo numero della rivista Il Giornale Della Vela.

Aggiornamento: Esistono oggi in commercio anche altri pannelli solari flessibili, tra cui quelli della Solbian, che sono attualmente offerti con uno sconto ai lettori del Blog Della Vela. Clicca qui per leggere la recensione

Pannello fotovoltaico flessibile

 

Ti potrebbe anche interessare: Pannelli fotovoltaici per la nautica


Currently rated 5.0/5  (1 votanti)

  • Currently 5/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Related posts

Comments

Pingback from fotovoltaico.in

Pannelli fotovoltaici flessibili ad alto rendimento | fotovoltaico

fotovoltaico.in   luglio 9. 2009 22:57

ciao Roberto volevo chiederti riguardo il pannello della enecom che tipo di regolatore hai montato oppure hai usato quello che avevi già? del pannello precedente? ciao

paolo   agosto 7. 2009 19:02

Ciao Paolo. Scusa per il ritardo nella risposta.
Ho installato un regolatore di tensione Steca: quello da 10 Ampere.
Ne parlo in fondo a questo articolo:
blog.veleggiando.it/.../...lo-solare-in-barca.aspx
A presto,
Roberto

Roberto Minoia   settembre 24. 2009 14:00

Ho comprato un pannello da 80W ed un regolatore STECA MPPT. Mi dici la sezione del cavo che deve collegarli? Dal libretto del regolatore non riesco a capire. Bastano 2,5 mm2? Grazie

Giorgio Giuliani   aprile 14. 2010 14:18

Giorgio, bastano 2.5 mm2.
Quel pannello non erogherà più di 5 Ampere: la stessa corrente che con la tensione di casa produce 1000 Watt di potenza.
Ciao

Roberto   aprile 14. 2010 15:41

ciao Roberto,
scusa la domanda da analfabeta, quei 2 cavi che sono in dotazione
al pannello terminano con 2 connettori un po strani , cioe' visto che devono arrivare al regolatore
come li attacco al regolatore? Devo tagliare via i 2 connettori e con una prolunga
arrivare al regolatore?
grazie
franco

FRANCO   maggio 18. 2010 16:49

Ciao Franco.
Sì, puoi fare come dici tu: cioè o compri delle prolunghe già fatte (che da una parte hanno i connettori e dall'altra hanno i terminali "nudi"Wink oppure tagli via i connettori.
Oppure tagli via tutto e ti fai tu i cavi della lunghezza giusta come vuoi tu.
Wink
Ciao

Roberto   maggio 18. 2010 17:05

Caro Franco,
Sono molto interessato a questa tecnologia; cosa mi consigli per alimentare 8 faretti alogeni da 10W l'uno (utilizzo prevalentemente serale), il frigo (4amp/h) e la radio anche di giorno (oltre che autoclave, wc, luce di fonda etc.). Ho 4 accumulatori da 180Ah 12V (servizi + motori) ma se non navigo per un paio di giorni l'energia non basta! Ho abbastanza spazio sul tetto del mio gozzo in legno di 12mt (per almeno 2mq di pannelli). A quale spesa andrei incontro?
Grazie

Roberto   ottobre 19. 2010 15:48

Ciao Roberto, ti rispondo io, che non sono Franco ma ho il tuo stesso nome Wink
Per prima cosa dovresti dirmi quanto tempo tieni accesi i faretti e se sono alogeni oppure a LED (c'è una differenza abissale nei consumi!)
Però a spanne anche senza fare i conti ti direi che due pannelli da 100W l'uno possono consentirti di star tranquillo in rada per giorni senza accendere il motore, visto che in quanto a capacità delle batterie sei ben messo (4x180Ah)
Il costo dipende da quali pannelli deciderai di mettere: quelli rigidi costano circa la metà di quelli flessibili, che però hanno il vantaggio di essere leggerissimi e di essere quindi più semplici da installare.
Spero di esserti stato d'aiuto. Ciao

Roberto   ottobre 19. 2010 16:00

ciao a tutti, ho appena acquistato usato un tri della corsairmarine ( 31 uc ) armato negli usa e portato in italia via mare ha gia di serie 2 pannelli da 75 w della unisolar SENZA regolatore di tensione i cui cavi vanno attraverso il quadro generale alle due batterie da 100 ah ( servizi e avv.) . Nel libretto allegato della unisolar specifica a chiare lettere che il regolatore di tensione è del tutto inutile e si possono installare direttamente sugli accumulatori..................voi che ne pensate ? gli ammericani sono si un pò rozzi ma in genere molto rispettosi delle procedure .
aloha walter

walter   marzo 4. 2011 19:20

Walter, se ci tieni alle tue batterie, ti consiglio vivamente di installare un buon regolatore di tensione!!! Wink

Roberto Minoia   marzo 11. 2011 11:11

grazie,
in effetti il costo è risibile e seguirò il tuo consiglio !

aloha w.

walter   marzo 13. 2011 17:03

Fico, questi pannelli potrebbero essere implementati sul mio progetto di auto elettrica.

Guido   luglio 31. 2011 14:14

ciao sono mauro viaggio kayak e vorrei istanlarlo sulla coperta, ce la possibilità di farsi fare sagome su misura e annegare il film fotovoltaico nella resina trasparente sulla coperta, questo puo causare riduzione di emissione?, quali altri componenti devo inserire per completare l'impianto, batteria al litio regolatore di tensione stagni, connettori di che tipo? vorrei installare un modulo batteria estraibile in modo da poter caricare le elettroniche anche di notte in tenda o campo, radio whf, gps, macchina fotografica, minitelecamera, i phon, telefono, caricabatterie universale sia per stilo e ministilo sia per pile squadrate grazie ciao

mauro   ottobre 2. 2011 09:39

Mauro di Mauro e Tatiana? Ciao. come va? Forse può essere anceh vantaggioso prendere le celle separate e collegarle nella forma più adatta.

Michele   gennaio 17. 2012 17:23

Ciao , e'ovvio che e' una soluzione piu che comoda. io sono in procinto di prenderne uno da accoppiare al generatore eolico: a proposito qualcuno di voi ha sentito parlare degli eolici Tuscanywind ? se andate sul sito c'e' un modello interessante da 500w. il mio dubbio: se guardate il grafico dell' potenza erogata in funzione del vento o e' eccezionale o e' una fregatura....che ne pensate?

massimiliano scalone   marzo 1. 2012 01:53

Salve stò cercando di realizzare un pannello flessibile ( o una combinazione di più pannelli flessibili collegati ) con delle misure max di 40x60 e con spessori di circa 1 mm che sia in grado di erogare l'elettricita necessaria per ricaricare una batteria 48v 20-30 Ah. sarei contento se mi indicaste una ditta adeguata o un negozio dove comprare anche i singoli componenti. Che ne pensate......
Grazie per l'aiuto.............. Ronny

Ronny   marzo 19. 2012 01:59

Ma questi pannelli al silicio flessibili come si comportano con l'ombreggiamento? diminuiscono il rendimento drasticamente come quelli cristallini o poli oppure come quelli amorfi non risentono del cielo coperto e quindi della luce diffusa??
Grazie

romano   marzo 22. 2012 20:08

Sì, Romano. Sono celle al silicio poli o monocristallino, quindi risentono molto dell'ombreggiamento.
Ciao
Roberto

Roberto Minoia   marzo 23. 2012 09:11

Add comment


 

[b][/b] - [i][/i] - [u][/u]- [quote][/quote]



Nota: Per problemi di Spam i commenti sono moderati, quindi non saranno immediatamente visibili.

Comments are moderated. Spammers will be censored!

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)