Traversata Antibes-Porto Pollo e pesca al tonno

5 agosto 2010 - autore

Il tonno da 15 kg pescato alla traina

Salpiamo con qualche giorno di ritardo dovuto all'ennesima perturbazione in transito che porta forti venti di Mistral che dal Golfo del Leone spazzano tutto il bacino del Mediterraneo fino alla Corsica e Sardegna occidentali.

La finestra giusta per partire comincia a mezzanotte (ore 0.00 di martedì 3 agosto). So che incontreremo l'onda residua dovuta al vento che ha soffiato in Provenza fino a questo pomeriggio, ma non c'è alternativa: o si parte ora oppure fino a sabato prossimo non se ne parla, perché per giovedì e venerdì è atteso ancora vento molto forte da Ovest o Nord-Ovest.

Una telefonata di conforto a qualche amico il pomeriggio prima di partire, giusto per confrontarmi sul meteo. Paolo si trova a Calvi e mi manda un SMS: "Qui c'è un libeccione. NON PARTIRE". Marco si è appena spostato da Porquerolles a Saint Tropez con Anto e le sue amiche. Al telefono mi dice che ha trovato un mare molto grosso.

Tutto questo non mi piace e mi preoccupa un po'. Dopotutto i bollettini di previsione meteo possono sempre sbagliare... tuttavia do ancora un'ultima controllata alle carte dei venti di Windfinder e Lamma Toscana ed infine alla previsione dell'altezza delle onde.

Guardo l'orologio: mezzanotte. Per un attimo mi viene voglia di andarmene a dormire in cabina e non pensarci più, ma poi mi scuoto di dosso queste preoccupazioni tipiche della pre-partenza: prepariamoci che si salpa ora!

Appena usciti dal porto lo stato d'animo è completamente diverso: ora sono nettamente più sereno. Lo sapevo, è sempre così.

Le prime 30 miglia scorrono lente, senza alcun problema. A motore e con le vele. Ho dato due mani alla randa, giusto per prevenire qualche colpo di vento improvviso dovuto alle condizioni meteo incerte.

Dopo questo primo tratto cominciamo ad incontrare un'onda lunga da Ovest che aumenta sempre più, fino a diventare davvero fastidiosa quando la mattina cominciamo ad intravedere la costa della Corsica nord occidentale. Il rollio è insopportabile e dopo qualche ora non ne possiamo davvero più. Il fastidio è accentuato dalla quasi totale assenza di vento, che ci costringe a tenere acceso il motore per fare almeno 7 nodi di velocità.

In tarda mattinata partono le due traine, prima una e dopo l'altra, ma il filo di entrambe si spezza di netto dopo solo un paio di secondi. Rabbia e sconcerto mi assalgono. Deve essere stato qualcosa di grosso... chissà cosa!

Cambio la montatura, attacco il solito Rapala che io ho soprannominato "Sterminator" e ributto il tutto in acqua. Non faccio tempo ad appisolarmi in pozzetto quando vengo svegliato dal dolce sibilo della lenza che scorre sul mulinello: ha abboccato!

Comincia la lotta. Cerco di recuperare il pesce che tira come un matto ed il rollio della barca non mi facilita il compito, in quanto mi costringe ad usare una mano per attaccarmi ed evitare di perdere l'equilibrio. Tira e molla per quasi un'ora, alla fine eccolo lì, a pochi metri dalla poppa. Qualche ultimo guizzo ed io mollo ancora la frizione per farlo correre ancora un po'. Voglio farlo stancare del tutto prima di tirarlo vicino. Dopo un'altra decina di tira e rimolla decido che è giunta l'ora di tentare il tutto per tutto. Recupero tutto il filo e lo arpiono con il raffio. WOW, che emozione quando capisco che è fatta e non può più scapparmi!!!

Lo isso a bordo, il tempo di scattare un paio di foto di rito e... il pozzetto della barca si trasforma subito in una macelleria: c'è sangue dappertutto, chissà se tornerà pulita...

Invece bastano poche secchiate di acqua di mare ed un po' di spazzola ed è tutto come nuovo Smile

Arriviamo a Porto Pollo alle 22 ed ancoriamo alla solita spiaggia del campeggio. C'è un po' di onda e si rolla un po', ma stanchi come siamo non ce ne accorgiamo nemmeno: ci sdraiamo in cabina e ci addormentiamo all'istante, incuranti del puzzo di tonno che ancora pervade la barca.

Per domani è atteso vento forte da Ovest


Be the first to rate this post

  • Currently 0/5 Stars.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Related posts

Comments

Porca vacca... che tonno !!!
COMPLIMENTI all'equipaggio ed al culo dell'equipaggio !!! Smile)

Mi sa che per finirlo dovete fare un mega-banchetto !
Bravi

MaxT   agosto 5. 2010 22:58

Proprio quest'anno che siamo solo in due e non abbiamo neppure portato i vasetti vuoti per metterlo sott'olio!!!

Roberto Minoia   agosto 6. 2010 13:11

Ti raggiungerei volentieri in corsica per assaggiare una bella tagliata di tonno con un buon traminer che è quello che ci vorrebbe....buone vacanze co l'Aonami.

enrico   agosto 6. 2010 18:14

Caspita che bestia!!!
e pensa che io sono allergico al tonno...
Peccato che in mare non si possono pescare bistecche! Smile))

Cuore di Drago   agosto 7. 2010 11:24

Già. Pensa che casino se avesse abboccato un bue!!!
Chissà che faticaccia recuperarlo, eh? Wink

Roberto Minoia   agosto 9. 2010 14:52

WOOOWWWW!!! Laughing
Finalmente vedo il bestione!!!
Complimentissimi roberto, mi pare anche ben più pesante di quello che mi avevi detto, davvero bellissimo!
Peccato avervi preceduto di un paio di giorni sulla rotta, una bella cena in compagnia a base di tonno ci sarebbe stata alla stragrande...

Capitan Simon   settembre 9. 2010 16:06

E il pesce spada l'hai visto????
blog.veleggiando.it/.../...-spada-alla-traina.aspx
Wink

Roberto   settembre 9. 2010 16:09

Io che non...ho mai tirato su niente di importante,almeno dimmi che tipo di rapala "sterminator" tu usi.grazie saluti.

marco cimabue   gennaio 28. 2013 22:36

I rapala che affondano 5-10 metri a 6 nodi di solito funzionano benissimo

Roberto Minoia   gennaio 28. 2013 22:42

Add comment


 

[b][/b] - [i][/i] - [u][/u]- [quote][/quote]



Nota: Per problemi di Spam i commenti sono moderati, quindi non saranno immediatamente visibili.

Comments are moderated. Spammers will be censored!

Post in evidenza

Pannelli fotovoltaici flessibili

Recensione di leggerissimi pannelli flessibili in silicio policristallino ad alto rendimento. Kit completi di regolatore e accessori a prezzo scontato per i lettori del blog

blog.veleggiando.it
Il Generatore Eolico

Come scegliere un Generatore Eolico per la barca. Il confronto tra diversi modelli in commercio vede uscire vittorioso il Silentwind, che infatti era il più diffuso tra i partecipanti alla ARC 2015

blog.veleggiando.it
La regolazione delle vele

Un breve articolo in 2 puntate che spiega i concetti base della regolazione delle vele

blog.veleggiando.it
I consumi elettrici e le batterie

Conoscere i consumi elettrici a bordo è importante per calcolare l'autonomia delle batterie servizi. Ecco come fare

blog.veleggiando.it
Sali a bordo con me

Vuoi trascorrere un piacevole fine settimana a bordo di Aonami? Leggi qui le 'regole di ingaggio'

blog.veleggiando.it

Abbonamenti

Categorie

Translations

Parole chiave (Tags)